Velo3D qualifica la lega di rame per l’uso nella famiglia di stampanti Sapphire
La lega GRCop-42 sviluppata dalla NASA offre la conduttività del rame con un’elevata resistenza per applicazioni aerospaziali, come le camere di combustione dei motori a razzo

Una camera di spinta in sezione trasversale stampata su un sistema Velo3D Sapphire in GRCop-42. Le pareti della camera contengono canali interni per il raffreddamento rigenerativo. (Foto: Business Wire)
 Velo3D , Inc. ( NYSE: VLD ), azienda leader nella tecnologia di produzione additiva di metalli per parti mission-critical, ha qualificato la lega di rame-cromo-niobio GRCop-42 per l’uso in la sua famiglia di stampanti Sapphire. Le prime parti demo GRCop-42 saranno in mostra presso lo stand Velo3D RAPID +TCT (#1508) a Detroit dal 17 al 19 maggio.

“Abbiamo avuto un’ampia richiesta di Sapphires e Sapphire XC in grado di stampare GRCop-42 e l’abbiamo testato per assicurarci che potesse ottenere la stessa qualità costruttiva degli altri nostri materiali offerti. Non vedo l’ora di vedere come i clienti sbloccheranno nuovi casi d’uso per la produzione additiva con questa straordinaria lega”.

Twitta questo
La lega GRCop-42 è stata sviluppata dalla NASA per produrre parti che necessitano di alta resistenza e alta conduttività, come le camere di combustione di motori a razzo con raffreddamento rigenerativo. I clienti Velo3D possono utilizzare i parametri dei materiali di nuova concezione per produrre parti mission-critical con resistenza all’ossidazione e un’elevata resistenza allo scorrimento a temperature fino a 1400 gradi Fahrenheit.

“Le nostre soluzioni end-to-end hanno visto un’ampia adozione nel settore aerospaziale grazie alla loro capacità di fornire consolidamento delle parti, sistemi più leggeri e geometrie uniche, e l’aggiunta di GRCop-42 al nostro crescente elenco di materiali disponibili ci consente di supportare un maggiore utilizzo casi in tutto il settore aerospaziale”, ha affermato Benny Buller , CEO e fondatore di Velo3D. “Abbiamo avuto un’ampia richiesta di Sapphires e Sapphire XC in grado di stampare GRCop-42 e l’abbiamo testato per assicurarci che potesse ottenere la stessa qualità costruttiva degli altri nostri materiali offerti. Non vedo l’ora di vedere come i clienti sbloccheranno nuovi casi d’uso per la produzione additiva con questa straordinaria lega”.

GRCop-42 è stato sviluppato dalla NASA nel 1987 per l’uso in ambienti difficili che si trovano comunemente nelle camere di combustione dei motori a razzo. La lega è stata creata dopo che i team di ricerca hanno identificato modi per apportare miglioramenti alle leghe di rame precedentemente sviluppate. GRCop-42 si è distinto per la sua capacità di ottenere una maggiore conduttività termica rispetto al suo predecessore, ottenendo allo stesso tempo proprietà di resistenza simili. Nel 2017, la NASA ha sviluppato parametri per l’uso di GRCop-42 nella produzione additiva presso il suo Marshall Space Flight Center in Alabama e il Glenn Research Center in Ohio.

Il produttore a contratto Velo3D Knust Godwin riceverà la prima stampante Sapphire che utilizza GRCop-42. L’azienda con sede in Texas dispone attualmente di tre sistemi, comprese altre leghe, come l’Inconel. Anche la società madre di Knust Godwin, Schoeller-Bleckmann Oilfield Equipment , con sede in Austria, dispone di una soluzione end-to-end Velo3D.

“Il nostro team è sempre alla ricerca di nuovi modi per differenziare la nostra attività e per questo siamo stati tra i primi ad adottare la tecnologia di produzione additiva, che ci ha aiutato a far crescere la nostra attività e servire meglio i nostri clienti”, ha affermato Mike Corliss , Knust Godwin VP of Technology . “La produzione additiva ci consente di costruire per i nostri clienti parti che altrimenti non potrebbero essere prodotte utilizzando la produzione sottrattiva convenzionale. Queste nuove e potenti leghe, come GRCop-42, che forniscono funzionalità e vantaggi aggiuntivi per i nostri clienti, ci consentono di espandere i nostri casi d’uso indirizzabili”.

Con l’ampia adozione della sua soluzione end-to-end nel settore aerospaziale, la qualifica di Velo3D di GRCop-42 per l’uso nella sua famiglia di stampanti Sapphire è un naturale passo successivo nella sua offerta di materiali. L’azienda è una delle poche con stampanti in grado di costruire parti in GRCop-42 e attualmente dispone di diversi sistemi di questo tipo su ordinazione. Prima di offrire il materiale ai clienti, GRCop-42 è stato convalidato per garantire che fornisse gli stessi risultati attesi e la stessa qualità delle parti degli altri materiali offerti da Velo3D.

Informazioni su Velo3D:

Velo3D è un’azienda di tecnologia di stampa 3D in metallo. La stampa 3D, nota anche come produzione additiva (AM), ha la capacità unica di migliorare il modo in cui vengono costruite le parti metalliche di alto valore. Tuttavia, l’eredità del metallo AM è stata notevolmente limitata nelle sue capacità sin dalla sua invenzione quasi 30 anni fa. Ciò ha impedito alla tecnologia di essere utilizzata per creare le parti più preziose e di maggior impatto, limitandone l’uso a nicchie specifiche in cui le limitazioni erano accettabili.

Velo3D ha superato queste limitazioni in modo che gli ingegneri possano progettare e stampare le parti che desiderano. La soluzione dell’azienda offre un’ampia libertà di progettazione e consente ai clienti nei settori dell’esplorazione spaziale, dell’aviazione, della produzione di energia, dell’energia e dei semiconduttori di innovare il futuro nei rispettivi settori. Utilizzando Velo3D, questi clienti possono ora costruire parti metalliche mission-critical che prima erano impossibili da produrre. La soluzione end-to-end include il software di preparazione della stampa Flow, la famiglia di stampanti Sapphire e il sistema di controllo qualità Assure, tutti alimentati dal processo di produzione Intelligent Fusion di Velo3D. L’azienda ha consegnato il suo primo sistema Sapphire nel 2018 ed è stata un partner strategico per innovatori come SpaceX, Honeywell, Honda, Chromalloy e Lam Research.le aziende più innovative del mondo per il 2021 . Per ulteriori informazioni, visitare Velo3D.com o seguire l’azienda su LinkedIn o Twitter .

Dichiarazioni previsionali

Questo comunicato stampa include “dichiarazioni previsionali” nel significato delle disposizioni “approdo sicuro” del Private Securities Litigation Reform Act del 1996. I risultati effettivi della Società possono differire dalle sue aspettative, stime e proiezioni e, di conseguenza, non dovresti fare affidamento su queste dichiarazioni previsionali come previsioni di eventi futuri. Parole come “prevedersi”, “stimare”, “progetto”, “budget”, “previsione”, “anticipare”, “intendere”, “pianificare”, “potrebbe”, “volontà”, “potrebbe”, “dovrebbe” , “crede”, “prevede”, “potenziale”, “continua” ed espressioni simili hanno lo scopo di identificare tali dichiarazioni previsionali. Queste dichiarazioni previsionali includono, senza limitazione, le aspettative, le speranze, le convinzioni, le intenzioni o le strategie della Società per il futuro. Queste dichiarazioni previsionali comportano rischi e incertezze significativi che potrebbero far sì che i risultati effettivi differiscano sostanzialmente dai risultati attesi. Dovresti considerare attentamente i rischi e le incertezze descritti nei documenti depositati dalla Società di volta in volta presso la SEC. Questi documenti identificano e affrontano altri importanti rischi e incertezze che potrebbero far sì che eventi e risultati effettivi differiscano sostanzialmente da quelli contenuti nelle dichiarazioni previsionali. La maggior parte di questi fattori sono al di fuori del controllo della Società e sono difficili da prevedere. La Società avverte di non fare indebito affidamento su dichiarazioni previsionali, comprese le proiezioni, che parlano solo alla data resa.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi