WIESEMANN 1893 DÀ VITA AL DESIGN DEL PRODOTTO E ABILITA IL 3D CON MAKERBOT METHOD X E LA STAMPA 3D
La camera riscaldata e la piattaforma per materiali aperta di METHOD hanno consentito a WIESEMANN 1893 di sbloccare il potenziale dei materiali di livello professionale e di accelerarne i cicli di progettazione e prototipazione.
 
Con sede a Francoforte, in Germania, WIESEMANN 1893 è un produttore consumer di utensili di alta qualità per i produttori di tutto il mondo, offrendo circa 100 utensili manuali, come martelli, asce e cacciaviti. L’azienda ha anche lanciato ENABLE 3D, una startup che offre 100 progetti digitali per accessori per utensili. Con centinaia di strumenti e progetti, i team realizzano molti prototipi

La prototipazione è stata una strada lunga e lenta per Siskowski e il suo team. Sebbene storicamente gran parte della prototipazione sia stata eseguita tramite fornitori di servizi esterni, i tempi di attesa risultanti per ottenere parti semplici significavano meno opzioni per le iterazioni e molta meno libertà creativa nei loro progetti. Con tempi di consegna lunghi e costi crescenti, avevano bisogno di una nuova soluzione praticabile. Per accelerare la loro prototipazione, hanno introdotto la loro prima stampante 3D: MakerBot METHOD X.

La prototipazione è fondamentale per lo sviluppo del prodotto.
“Stiamo assistendo a un cambiamento nel design del prodotto, in cui siamo in grado di essere molto più creativi”, ha affermato Manuel Siskowski, CEO e fondatore di WIESEMANN 1893 e ENABLE 3D. “La prototipazione è fondamentale per noi. Ci concentriamo su design di qualità e cerchiamo di fornire la massima qualità possibile. Per fare ciò, è fondamentale testare molto e scorrere rapidamente e MakerBot METHOD X ci aiuta velocizzando questo processo. È un grande vantaggio durante la prototipazione perché aumenta significativamente il nostro time-to-market, riducendo i costi”.
Siskowski ha scelto METHOD X per la sua affidabilità professionale e l’esclusiva camera di costruzione riscaldata, che fornisce un livello più elevato di precisione dimensionale e ripetibilità. Un’altra attrazione è stata la disponibilità e la facilità d’uso dei materiali di produzione, dall’ABS al nylon, ai compositi in fibra di carbonio e la possibilità di utilizzare materiali di terze parti tramite l’estrusore sperimentale MakerBot LABS GEN 2.

“METHOD è una soluzione facile da usare e ci aiuta comunque a ottenere risultati professionali di alta qualità. La camera riscaldata e la gamma di materiali di METHOD ci aiutano ad avvicinarci ai prodotti finali. Da un lato, possiamo produrre le stesse geometrie complesse dello stampaggio a iniezione. Dall’altro, con materiali come la fibra di carbonio, possiamo simulare applicazioni reali dei prodotti. Ciò rende i prototipi più realistici da testare e confrontare, in particolare per la durata e la resistenza”, ha continuato.

L’estrusore MakerBot LABS ha inoltre consentito loro di sbloccare il potenziale dei propri materiali sulla piattaforma METHOD X.

“Con l’estrusore LABS, siamo molto flessibili nel testare i nostri materiali. Con ENABLE 3D, eseguiamo spesso test con filamento riciclato, spingendoci oltre la sfida dell’economia circolare. Con MakerBot LABS, stiamo sfruttando i materiali che abbiamo sviluppato internamente su METHOD X”, ha affermato Siskowski. “In primo luogo, utilizziamo la stampa 3D per la qualità del prodotto e del processo. Ma ora siamo in grado di testare materiali unici con MakerBot. Abbiamo sviluppato filamenti riciclati dai flussi di scarto dei nostri prodotti e li abbiamo integrati nell’ecosistema di METHOD”.

Il team di WIESEMANN sviluppa internamente il proprio filamento riciclato dai flussi di rifiuti.

La piattaforma dei materiali aperta su METHOD consente al team di utilizzare una gamma di materiali di qualità professionale.
Un altro vantaggio dell’utilizzo di una stampante interna per il team di progettazione del prodotto è stata la loro capacità di monitorare e controllare le stampe in remoto con MakerBot CloudPrint. Avere la propria infrastruttura di stampanti 3D per testare diverse iterazioni e design per tutti gli strumenti WIESEMANN 1893 e altri progetti per i clienti non è mai stato così importante come durante il COVID-19. Con METHOD X e uno staff ridotto in loco, sono stati in grado di mantenere la produzione in funzione anche durante la pandemia.
PORTARE LA STAMPA 3D NELLA COMMUNITY
Oltre alla prototipazione per il marchio WIESEMANN 1893, Siskowski ha lanciato ENABLE 3D, una piattaforma che hanno già utilizzato per fornire ai propri clienti file 3D per stampare i propri portautensili e altri accessori. Quando Siskowski ha lanciato ENABLE 3D nel 2020, ha visto un aumento delle applicazioni dei consumatori della stampa 3D in quel momento. Di conseguenza, ha deciso di avventurarsi nello spazio perché sapeva che potevano offrire ai clienti un valore aggiunto ai prodotti che già possedevano.

ENABLE 3D offre un centinaio di diversi design digitali di accessori per utensili, come supporti da parete, su Thingiverse . I file possono essere scaricati gratuitamente e stampati sulla stampante 3D del cliente. Sebbene gli utenti di ENABLE 3D possano produrre oggetti da soli, la startup offre anche un approccio di coproduzione e produzione decentralizzata. Per coloro che non hanno accesso a una stampante 3D, i clienti possono contattare il servizio di stampa della community di ENABLE 3D e inviare una richiesta. Uno dei membri della sua community stamperà la richiesta con la propria stampante 3D e invierà il prodotto finale al cliente, a basso costo.

ENABLE 3D ha avuto un tale successo che ora stanno offrendo la piattaforma ad altre aziende che desiderano allo stesso modo abilitare i propri clienti con oggetti stampabili in 3D. Il METHOD X consente a WIESEMANN 1893 di testare prima questi file e assicurarsi che soddisfino i loro standard elevati prima di distribuire i file ai clienti.

“Con ENABLE 3D, commercializziamo e sviluppiamo casi d’uso di produzione additiva e tutti questi casi d’uso si concentrano sul lato della coproduzione. In queste applicazioni, abbiamo un marchio o un designer e la produzione è curata dal consumatore”, ha affermato Siskowski. “Con il marchio WIESEMANN 1893, continuiamo a sviluppare diversi strumenti e prodotti. Ma con tutti i nostri progetti, che si tratti di WIESEMANN 1893 o ENABLE 3D, stiamo lavorando sodo per colmare il divario circolare”.

 

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi