introduce nuovi materiali metallici per il sistema di stampa 3D Endureal 

Zortrax ha lanciato nuovi materiali metallici per lavorare con la sua stampante 3D industriale Zortrax Endureal, che è stata lanciata all’evento TCT 3Sixty del 2019.

L’offerta di pacchetti Full Metal dell’azienda comprende due set completi per la stampa 3D in metallo: Zortrax Full Metal Package 17-4 PH e Zortrax Full Metal Package 316L. L’azienda ha inoltre introdotto il VICTREX PAEK AM 200 a basso punto di fusione, che ha un punto di fusione inferiore rispetto al PEEK e può essere estruso a temperature inferiori.

Zortrax afferma che ogni pacchetto Full Metal contiene tutti gli elementi essenziali per iniziare facilmente con la stampa 3D in metallo e include BASF UItrafuse 316L o BASF Ultrafuse 17-4 PH. Questi filamenti sono forniti da  BASF Forward AM .

“Quando si utilizzano filamenti di polvere metallica per la stampa 3D in metallo, micro-crepe o punti fragili sui modelli sono i problemi comuni con cui gli utenti lottano. Il motivo è solitamente la struttura interna impropria, che impedisce agli oggetti target di conservare tutte le proprietà desiderate per il metallo. Consapevoli di ciò, ci siamo concentrati sulla creazione della soluzione, assicurandoci che i modelli abbiano la giusta struttura, consentendo loro di essere applicati proprio come l’acciaio normale. Ci siamo riusciti, poiché si ottiene su Zortrax Endureal durante lo stesso processo di stampa “, ha affermato Michał Siemaszko, capo del dipartimento di ricerca e sviluppo di Zortrax.

Zortrax Full Metal Package 316L include BASF Ultrafuse 316L, un filamento composto per l’80% da acciaio inossidabile 316L e per il 20% da polimero. 316L è un acciaio inossidabile di grado chirurgico, contenente oltre il 10% di cromo. Questo elemento chimico, a contatto con l’ossigeno, provoca la formazione di un sottile strato di rivestimento sulla superficie del modello, proteggendolo dalla corrosione. 

Zortrax afferma che le parti stampate con BASF Ultrafuse 316L hanno una resistenza alla trazione fino a 561 MPa, una resistenza allo snervamento di 251 MPa, fino al 53% di allungamento alla rottura e hanno una microstruttura non magnetica. 

 

Il pacchetto Zortrax Full Metal Package 17-4 PH contiene BASF Ultrafuse 17-4 PH, un filamento composito industriale che comprende l’80% di acciaio temprato 17-4 e il 20% di contenuto di polimero. I modelli stampati in 3D con questo filamento sono caratterizzati da una resistenza alla trazione fino a 1004 MPa, una resistenza allo snervamento di 764 MPa, fino al 4% di allungamento alla rottura e hanno una microstruttura magnetica secondo Zortrax. 

I due nuovi prodotti includono tutti i componenti vitali per un’esperienza di stampa 3D in metallo “senza soluzione di continuità” secondo Zortrax. Ogni confezione include BASF Ultrafuse Support Layer, un materiale di supporto dedicato, che garantisce la geometria desiderata delle parti stampate durante le fasi di stampa 3D e post-elaborazione, l’adesivo Magigoo Pro Metal per fornire un’adesione affidabile durante la stampa e la facile rimozione della parte stampata, e un modulo hotend extra con ugelli in ottone secondo Zortrax.

Introdotto anche per Zortrax Endureal è il filamento PAEK a basso punto di fusione VICTREX AM 200. Questo filamento presenta bassa viscosità, velocità di cristallizzazione lenta e deformazione ridotta al minimo e offre risultati di stampa 3D simili, o in alcuni casi migliori, rispetto alla sua offerta Z-PEEK. 

“VICTREX AM 200 ha una resistenza maggiore sull’asse Z rispetto al PEEK, e una resistenza comparabile sugli assi X e Y. Tutti gli altri parametri sono simili a quelli del PEEK. PAEK, tuttavia, è molto più facile da stampare. Questo polimero ad alte prestazioni è un’ottima scelta per la stampa 3D di parti pesanti che possono sostituire i componenti metallici nell’industria aeronautica, marittima, dell’ingegneria avanzata o petrolifera. Il PAEK può anche essere utilizzato con successo durante la stampa 3D di componenti portanti, elementi di strumenti, telai strutturali o parti che devono resistere a temperature elevate “, ha affermato David Piastowski, responsabile dello sviluppo dei materiali presso Zortrax.

Robert McKay, Victrex Head of Additive Manufacturing Business Development, ha dichiarato: “Mi è piaciuto vedere cosa può fare la stampante Zortrax Endureal 3D con un polimero a base di PEEK più facile da stampare come VICTREX AM 200, specialmente se combinato con supporti solubili. Le superfici sporgenti che sono spesso un’area problematica nella fusione dei filamenti hanno un bell’aspetto, le proprietà della direzione Z sembrano competitive e alcuni dei piccoli campioni di precisione che Zortrax ha realizzato sulla macchina mi hanno impressionato.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi