Anouk Wipprecht presenta il vestito interattivo Meteor stampato in 3D in anteprima in “Yuri’s Night”

L’abito meteoritico stampato in 3D di Anouk Wipprecht sarà presentato in anteprima in “Yuri’s Night”

Nota per la creazione di modelli di moda che si muovono, respirano e reagiscono all’ambiente, Anouk Wipprecht ha rivelato il suo ultimo pezzo: il vestito interattivo Meteor stampato in 3D. L’abito è pieno di LED che si accendono ogni volta che una meteora colpisce il cielo notturno e brucia attraverso l’atmosfera terrestre. Creato per celebrare la festa dello spazio virtuale Yuri’s Night, il vestito Meteor esegue uno script Python guidato da dati spaziali. Dall’estetica distintiva alla combinazione di alto livello di scienza, ingegneria e moda, il pezzo di Wipprecht è una sfida creativa.

L’abito intreccia parti illuminanti stampate in 3D che si illuminano quando i meteoroidi cadono attraverso un campionamento di dati meteorici reali, generando meteore alla velocità data e con la corretta distribuzione della luminosità come sarebbero state osservate nel cielo. Ispirato al DNA dell’alta moda tecnologica della designer olandese, il vestito Meteor mette in mostra il suo know-how di ingegneria, robotica, scienza e esperienze di interazione con l’utente progettate per trascendere le mere apparenze degli indumenti.

Dal lancio del suo lavoro nel 2007, Wipprecht ha collaborato con giganti della tecnologia come Intel , Autodesk , Google , Microsoft e Audi , nonché con i principali innovatori della stampa 3D Materialise e Shapeways , per ricercare e sviluppare come sarebbero i futuri guardaroba tecnologicamente integrati. Da conciliano robotica, sensori, apprendimento automatico e intelligenza artificiale (AI), che sta sviluppando moda interattiva, dispositivi indossabili e tessuti intelligenti.

Quest’ultima aggiunta alla sua collezione non è solo unica nel suo genere, ma ricorda davvero una visione del cielo notturno durante una pioggia di meteoriti. La stilista di Miami ha collaborato con la co-fondatrice di Yuri’s Night e la consulente di Virgin Galactic Loretta Hidalgo Whitesides per trovare l’idea del vestito. Poi si è rivolta a Denis Vida, un ricercatore laureato in fisica delle meteoriti e ingegnere informatico presso la Western University dell’Ontario, che sta costruendo una rete globale di videocamere meteoriche chiamata Global Meteor Network . Secondo un post su Twitter di Vida, l’abito sarà presentato in anteprima durante la festa spaziale mondiale di Yuri’s Night il 12 aprile 2021, indossata dall’organizzatore Hidalgo Whitesides.

Come ogni anno dal 2001, Yuri’s Night commemora le pietre miliari dell’esplorazione spaziale. L’evento virtuale del 2021 coincide con il 60 ° anniversario del primo viaggio nello spazio di Yuri Gagarin. In onore dell’evento, un cast stellare di eroi spaziali, scienziati, artisti e musicisti onorerà il punto di svolta nell’esplorazione spaziale. Gli organizzatori terranno un evento in live streaming globale gratuito a partire dalle 19:00 ora orientale del 10 aprile, due giorni prima dell’anniversario effettivo.

Con un interesse ad aumentare la digitalizzazione degli indumenti, la collezione di Wipprecht comprende pezzi d’avanguardia immaginati per il campo emergente della tecnologia della moda, che è caratterizzato da segmenti di nicchia come la couture stampata in 3D, i tessuti high-tech e le tecnologie indossabili. L’innovatore ha suggerito che la moda attualmente manca di microcontrollori. Per risolvere questa sfida, le piace incorporare sensori nei suoi progetti che monitorano lo spazio che circonda chi li indossa.

Allo stesso modo, i sensori del corpo inclusi nei suoi indumenti ad alta tecnologia controllano i livelli di stress della persona, come il comfort o l’ansia. Un perfetto esempio di questa estetica è lo “Spider Dress” basato su Intel-Edison e sinterizzato al laser. È uno dei suoi pezzi più pubblicizzati poiché incorpora sensori e braccia mobili che contribuiscono a creare un confine altamente definito dello spazio personale. Quando questi sensori notano l’aumento della respirazione di chi lo indossa e l’incombente vicinanza di un’altra persona, gli arti meccanici si spostano in una posizione di attacco e quindi si ritraggono.

Progettati come sistemi “ospiti” intorno al corpo che tendono all’intelligenza artificiale, i design eccezionali di Wipprecht sono ispirati dalla natura. Anche i nomi sono stati scelti come tributo ad alcune delle creature più complesse del pianeta, come ragni, polpi e pangolini. Sebbene il suo ultimo vestito Meteor evochi flussi di detriti cosmici che illuminano il cielo, non è la sua prima esperienza nel ricreare un fenomeno naturale. Nel 2020, il designer ha presentato un “Smoke Dress” che suscita “visioni di ninfe interstellari che si divertono nelle grotte di ghiaccio di Nettuno”. Questa volta, le grotte sotterranee naturali del Belgio hanno ispirato un pezzo unico che si mimetizza con il fumo ogni volta che qualcuno si avvicina.

La prossimità è chiaramente uno dei temi principali per il tinkerer, insieme alle tecnologie avanzate e ad alcuni dei più grandi meccanismi di difesa della natura. La visione futuristica di Wipprecht sui concetti di moda ha lo scopo di ridefinire le tendenze dell’abbigliamento, intese ad abbinare i progressi della tecnologia con materiali e tessuti stampabili in 3D. Il concetto di dati spaziali dietro il suo vestito Meteor potrebbe trascendere il tempo, poiché gli aggiornamenti di nuove informazioni sulle meteore vengono inviati al sistema. Inoltre, l’idea del monitoraggio della meteora sincrona potrebbe essere l’inizio di una tendenza all’incrocio tra moda e scienza.

Be the first to comment on "Anouk Wipprecht presenta il vestito interattivo Meteor stampato in 3D in anteprima in “Yuri’s Night”"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi