Austria il progetto CORNET “AM 4 Industry”

La rete di ricerca austriaca presenta concetti per sfruttare con successo il potenziale della produzione additiva nell’industria
Il progetto CORNET “AM 4 Industry”, avviato dal cluster di plastica e meccatronica di ecoplus nella Bassa Austria, riporta il completamento con successo del progetto e pubblica risultati approfonditi sull’uso riuscito dei processi di produzione additiva nell’industria.

I processi additivi si stanno progressivamente orientando verso la produzione industriale. Sulla base dei dati del modello 3D, i processi di produzione additiva consentono la creazione automatizzata strato per strato di parti in plastica, metalli e ceramica. Conosciute colloquialmente come stampa 3D, le tecnologie consentono la produzione di strutture complesse che non possono essere prodotte in modo convenzionale e quindi consentono la creazione di nuove proprietà e funzioni del prodotto.

Mentre alcune aziende stanno già utilizzando proficuamente le tecnologie additive, altre stanno lottando per inserirle nella catena del valore perché l’uso economico richiede una vasta gamma di competenze nei settori dei processi, dei materiali , della post-elaborazione e della garanzia della qualità da parte degli utenti . Inoltre, è necessaria un’attenta valutazione costi-benefici, tenendo conto della qualità richiesta. Un uso industriale di successo dipende quindi in larga misura dalla definizione delle caratteristiche di qualità, dallo sviluppo di metodi di progettazione e costruzione, dal monitoraggio affidabile dei processi di produzione, da linee guida adeguate per la post-elaborazione e da un modello di costi / benefici adeguato.

Per scoprire questi fattori di successo, il cluster di plastica ecoplus e il cluster meccatronico ecoplus nella Bassa Austria hanno lanciato l’ambizioso progetto CORNET “AM 4 Industry” a novembre 2016. Per due anni, otto noti partner di ricerca e cinquantuno società austriache, tedesche e belghe hanno studiato concetti per l’uso industriale di successo dei processi di produzione additiva. La rete di ricerca COllective (CORNET) della scienza e dell’industria disponeva di un budget di 2,1 milioni di euro disponibili.

Oltre all’Istituto di ricerca per la razionalizzazione (FIR) della RWTH Aachen University, FOTEC – Forschungs- und Technologietransfer GmbH, il Fraunhofer Institute for Foundry, Composite and Processing Technology IGCV, l’Istituto per la tecnologia dello stampaggio a iniezione di polimeri e l’automazione dei processi presso la Johannes Kepler University Linz, il Presidente dell’elaborazione delle materie plastiche presso Montanuniversität Leoben e RHP-Technology GmbH, il partner belga Sirris, il centro collettivo per e dall’industria tecnologica, ha partecipato all’ambizioso progetto.

Dopo un’intensa cooperazione, è stato annunciato il completamento con successo del progetto. I risultati sono stati divisi in cinque pubblicazioni rilevanti per la pratica e la ricerca, che hanno lo scopo di supportare attivamente le aziende industriali nella realizzazione di processi di produzione additiva.

“Grazie alla competenza e alla collaborazione impegnata e aperta dei partner coinvolti, siamo stati in grado di sviluppare diverse metodologie e linee guida che si dimostreranno estremamente rilevanti per il settore”, afferma Benjamin Losert, project manager di ecoplus.

Oltre a un catalogo di errori per la fusione del raggio laser, una metodologia pratica per la progettazione per la produzione additiva, una considerazione fondamentale dei processi e l’ottimizzazione della qualità e l’analisi dei costi per preparare l’implementazione, la rete di ricerca collettiva ha anche pubblicato un esempio orientato all’applicazione per iniziare in OpenFoam® e chtMultiRegion.

Be the first to comment on "Austria il progetto CORNET “AM 4 Industry”"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi