BCN3D utilizza la tecnologia di base AstroPrint per “rinvigorire” la piattaforma BCN3D Cloud 

BCN3D ha annunciato un “rinvigorimento completo” della piattaforma BCN3D Cloud, basandosi sulla tecnologia di base della AstroPrint recentemente acquisita .

Il nuovo e aggiornato cloud basato sul web è stato sviluppato per supportare le aziende nell’espansione delle loro operazioni di produzione additiva, garantendo che i flussi di lavoro di stampa 3D siano più efficienti e controllati. Disponibile in tre diversi piani, il nuovo BCN3D cloud sarà disponibile dal 13 ottobre ° 2021.

Poiché l’offerta di stampa 3D di BCN3D si è espansa dalle sue soluzioni entry-level iniziali alle piattaforme di workbench e alle partnership con BASF e Mitsubishi Chemical, ha anche cercato di far progredire le sue soluzioni software per abbinarle. Questi sforzi hanno portato alla nuova piattaforma BCN3D Cloud che centralizza tutti gli aspetti della stampante remota e della gestione delle risorse in un unico posto per la “facile implementazione di un flusso di lavoro sistematico”.

BCN3D renderà disponibile la piattaforma Cloud Standard a tutti gli utenti della serie Epsilon e Sigma D25, con funzionalità chiave tra cui la libreria digitale, la gestione delle code, l’organizzazione dei lavori di stampa e il clustering. Queste funzionalità, afferma BCN3D, consentiranno agli utenti di guidare l’adozione della produzione additiva nelle loro aziende, raggruppando le stampanti in base a caratteristiche o capacità diverse e fornendo loro analisi in tempo reale per aiutare a intraprendere azioni basate sui dati. La piattaforma Cloud Teams, che sarà resa disponibile per 495 euro all’anno dopo un periodo di prova di tre mesi, è stata progettata per consentire alle organizzazioni avanzate di amministrare una struttura dipartimentale con ruoli e autorizzazioni personalizzati per i membri. Questo piano include anche la funzione Flussi di lavoro per consentire la creazione di diversi flussi di lavoro per la gestione del processo di stampa dall’inizio alla fine. L’offerta Cloud Private, invece, è un piano on demand dedicato alle aziende che richiedono stringenti esigenze di privacy e sicurezza da soddisfare.

Il rilancio della piattaforma BCN3D Cloud dopo l’acquisizione di AstroPrint è solo l’ultimo sviluppo per quanto riguarda il lato software dell’azienda. A luglio, BCN3D ha annunciato il lancio del suo software di slicing di stampa 3D Stratos , mentre si è anche integrato con la funzionalità SmartSlice di Teton Simulation e si è allineato con Autodesk per includere le sue stampanti in Fusion 360. Rinnovando la sua piattaforma Cloud, la società ritiene di supportare la sua utenti mentre la loro applicazione della stampa 3D continua a crescere.

“Per gli attuali clienti di BCN3D, l’integrazione dei processi AM nella loro attività sta diventando sempre più critica poiché le applicazioni sono più esigenti, un indicatore della tendenza è che le macchine BCN3D stampano attualmente in media più di 12 ore al giorno”, ha commentato Daniel Arroyo , Chief Software Officer presso BCN3D. “Con tali volumi di parti stampate in aumento, più persone e più macchine che interagiscono, il flusso di lavoro deve essere solido e senza interruzioni. Per supportare le esigenze dei clienti, la visione di BCN3D è fornire livelli software che aggiungano un valore effettivo all’hardware, chiudendo il cerchio di una soluzione di livello aziendale.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi