Carbon ed Henkel con le resine Loctite

Henkel porta i materiali Loctite nella stampa 3D DLS di Carbon

Carbon hamolto movimentato la stampa 3D con sistemi ad alta velocità e materiali innovativi. In precedenza, l’azienda era uno degli esponenti di un approccio materiali chiusi, dove controllava tutto, dalle macchine, alla manutenzione e persino alle lime di taglio, ma ora è cambiato. Carbon sta collaborando con il gigante della chimica Henkel per portare le resine Loctite di quest’ultimo nei sistemi di sintesi della luce digitale (DLS) di Carbon. Il primo materiale è la resina trasparente Loctite 3D IND405 , un materiale resistente e trasparente che potrebbe essere utilizzato per prodotti finiti e articoli come maschere.

Questo tipo di fotopolimero dovrebbe essere un’opzione interessante per la prototipazione di vetro o imballaggi e per esigenze generali di prototipazione. Allo stesso tempo, se la tenacità, l’allungamento e la durabilità reggono, potrebbero aprire nuove parti per l’uso finale per la polimerizzazione in vasca. Le tecnologie di polimerizzazione in vasca come DLS o SLA di Carbon hanno sempre avuto problemi nella realizzazione di parti per uso finale. Con i recenti investimenti delle aziende produttrici di materiali, SLA e le tecnologie correlate sembrano avvicinarsi molto alla realizzazione di prodotti in grado di resistere a un uso prolungato nel mondo reale (al di fuori degli apparecchi acustici, ovviamente!). Allo stesso tempo, costi inferiori e una maggiore disponibilità dovrebbero generare più applicazioni di produzione con la polimerizzazione in vasca.

Ovviamente dobbiamo essere consapevoli del fatto che questi acrilici sono termoindurenti che non possono essere riciclati in modo significativo. Per questo motivo, e per il fatto che i materiali termoplastici per l’estrusione di materiali e la fusione a letto di polvere sono ancora significativamente più economici, le tecnologie dei fotopolimeri hanno ancora molta strada da fare prima che questi materiali siano utilizzabili nella produzione di parti di grandi dimensioni per uso finale. Per oggetti come cuffie personalizzate, articoli personalizzati in massa e prototipi, questi nuovi sviluppi potrebbero andare molto lontano in alcune applicazioni di produzione (se gli standard di sicurezza pertinenti possono essere soddisfatti). Poiché stanno utilizzando la tecnologia di Carbon, anche le dimensioni della parte saranno piuttosto limitate, così come l’universo del makeable sulla piattaforma Carbon.

Il dottor Simon Mawson, vicepresidente senior e capo della stampa 3D presso Henkel, ha dichiarato della partnership:

“Henkel è un fornitore leader di tecnologie monocomponente per la produzione additiva. La nostra partnership ampliata con Carbon ci consente di fornire soluzioni Loctite ai clienti nei mercati aerospaziale, automobilistico, industriale e medico. Insieme offriamo un flusso di lavoro di produzione additiva efficiente che facilita la produzione di parti durevoli per l’uso finale “.

“Riteniamo che le tecnologie monocomponenti di Loctite, insieme al processo Carbon DLS, forniscano una soluzione best-in-class che consente una maggiore precisione, una migliore funzionalità e un’economia eccezionale. Insieme, questo ci mette in un’ottima posizione per mantenere la promessa della produzione additiva di trasformare la produzione industriale “.

Jason Rolland, Senior Vice President of Materials presso Carbon, ha dichiarato:

“Siamo entusiasti di collaborare con Henkel per aggiungere questo materiale al nostro portafoglio di resine. I nostri clienti ci hanno chiesto un materiale trasparente che sia duro, durevole e resistente agli urti. Loctite 3D IND405 soddisfa queste esigenze e ci impegniamo a continuare a fornire agli sviluppatori di prodotti la più ampia gamma di materiali migliori della categoria. “

Questa notizia significa che, insieme a Origin , Stratasys, RPS e giocatori come Kings e Carima , lo spazio di polimerizzazione a vasca aperta sembra molto più significativo oggi rispetto a pochi anni fa. Dal punto di vista dei materiali, sembra anche molto più competitivo, con Henkel, DSM e Arkema Sartomer che escono tutti con nuove resine ad alte prestazioni formulate per applicazioni finali specifiche per macchine aperte.

Nel frattempo, c’è un’esplosione cambriana di macchine per stereolitografia desktop (SLA) e una grande quantità di nuovo lavoro in corso relativo ai LED e ad altre sorgenti luminose. La polimerizzazione in vasca è in forte espansione e questo non è niente di cui nessuno di noi ha sentito dieci anni fa. La tecnologia che ha reso le parti fragili, fragili e non resistenti ai raggi UV ora sta davvero prendendo piede. Al di fuori delle decine di milioni di parti realizzate con i sistemi EnvisionTEC e del continuo progresso di Formlabs, stiamo davvero assistendo a un’apertura graduale del mercato. I sistemi aperti consentono prezzi più bassi, un’innovazione più rapida e consentono ai produttori di avere ridondanza nei fornitori.

Qualche anno fa Carbon sarebbe andato da solo. In effetti, è probabile che abbiano lavorato sia con Henkel che con Arkema per sviluppare alcuni dei loro materiali. Ora, tuttavia, siamo nell’era dell’ecosistema, con le aziende dei materiali al centro di molti sviluppi recenti. Porteranno una grande quantità di conoscenza della chimica e dei polimeri per promuovere la stampa 3D per l’intero settore. È questa età di partnership e lavoro insieme che ci porterà in nuove nicchie di produzione e ci diffonderà in tutto il mondo.

Be the first to comment on "Carbon ed Henkel con le resine Loctite"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi