CeramTec ottiene un fatturato di 553 milioni di euro per il 2020.

LA DIVERSIFICAZIONE AIUTA CERAMTEC A RAGGIUNGERE UN FATTURATO DI 553 MILIONI DI EURO NONOSTANTE COVID-19

Lo specialista in ceramica CeramTec ha annunciato i suoi risultati annuali per l’esercizio 2020, registrando un fatturato di 553 milioni di euro per il periodo.

Sebbene in calo di quasi l’11% rispetto ai ricavi dell’anno precedente (620 milioni di euro), la società ritiene di essere ben posizionata in futuro considerando le difficili condizioni di mercato nell’ultimo anno causate dalla pandemia Covid-19.

CeramTec attribuisce la sua capacità di affrontare gli impatti della pandemia all’ampia diversificazione del suo modello di business, che ha visto il rafforzamento della divisione medica dell’azienda attraverso l’acquisizione dello specialista in impianti dentali in ceramica Dentalpoint AG , oltre al lancio di nuovi prodotti nella sua divisione industriale .

L’azienda ha registrato un “trend positivo” all’inizio dell’esercizio 2021 e si aspetta che questo continui durante tutto l’anno a seguito delle innovazioni e dei prossimi progetti internazionali riguardanti le sue attività di stampa 3D.

“Abbiamo sperimentato forti fluttuazioni della domanda lo scorso anno”, ha affermato Hadi Saleh, CEO del Gruppo CeramTec. “Rispetto ad altri settori e società, tuttavia, siamo usciti abbastanza bene dalla pandemia. È qui che la nostra diversità e gamma di applicazioni nel nostro modello di business ripaga, grazie al quale raggiungiamo una base di clienti diversificata e un mercato degli utenti finali “.

Avendo sviluppato, prodotto e fornito ceramiche tecniche da oltre un secolo, CeramTec è leader mondiale in questo campo. I prodotti dell’azienda, di cui ce ne sono più di 10.000, sono utilizzati in una vasta gamma di settori tra cui ingegneria medica, automobilistica, elettronica, energetica e ambientale e altro ancora.

L’azienda riporta i suoi ricavi attraverso i suoi prodotti medicali e le divisioni industriali. I ricavi per l’attività di prodotti medici dell’azienda durante l’esercizio 2020 sono stati di 230,2 milioni di euro, in calo dell’11% rispetto all’esercizio 2019 (258,7 milioni di euro). Secondo CeramTec, i ricavi sono stati influenzati da minori ricavi da ordini e annullamenti e rinvii di ordini da parte dei clienti a seguito del minor numero di interventi chirurgici elettivi durante la pandemia.

L’attività industriale della società ha registrato ricavi per 322,5 milioni di euro nell’esercizio 2020, una diminuzione del 10,8% rispetto al dato riportato nell’esercizio 2019 (361,7 milioni di euro). La diminuzione è stata principalmente il risultato di volumi inferiori nella maggior parte dei gruppi di prodotti a causa della minore domanda da parte dei clienti e degli annullamenti degli ordini a seguito dell’epidemia di Covid-19, sebbene CeramTec riconosca un rallentamento generale dei mercati dei componenti automobilistici e elettronici prima della pandemia.

Gli impatti sono stati in parte mitigati da un aumento della domanda di piezo ceramiche dell’azienda per sensori per apparecchiature mediche, in particolare.

CeramTec ha anche notato che lo sviluppo dei mercati statunitense e cinese è di crescente importanza per l’azienda in quanto cerca di continuare ad espandere le sue attività commerciali internazionali.

(Milioni di € ) FY 2020 FY 2019 % modificare
Entrate totali 552.7 620.4 -10.9
Entrate dei prodotti medici 230.2 258.7 -11
Entrate industriali 322.5 361.7 -10.8
EBITDA 190.5 222.7 -14,5
Le attività di stampa 3D di CeramTec

Nella sua relazione annuale, CeramTec ha dichiarato di considerarsi “ben attrezzata” per l’anno fiscale 2021 a causa di un gran numero di progetti e iniziative internazionali che l’azienda ha in corso, inclusa la stampa 3D: “Innovazioni, come nella stampa 3D, nonché l’espansione delle attività commerciali in Asia e negli Stati Uniti contribuiscono a questo ”, ha rivelato l’azienda.

Secondo l’azienda, tuttavia, la stampa 3D non è ancora comunemente utilizzata per produrre parti in ceramica industriali, tuttavia sembra probabile che CeramTec cercherà di aumentare le sue attività di stampa 3D per tutto il 2021 e oltre, avendo aggiunto una nuova polvere per stampa 3D ROCAR al portafoglio di materiali all’inizio di quest’anno.

Il nuovo materiale possiede le proprietà del carburo di silicio (SiSiC), rendendolo potenzialmente adatto per la produzione di parti prototipo o per piccole serie di produzione all’interno di ambienti a base vegetale. CeramTech suggerisce che ROCAR 3D può aiutare ad aumentare l’uso della stampa 3D per parti in ceramica industriale offrendo velocità di elaborazione più elevate e un miglior rapporto qualità-prezzo rispetto a quello della ceramica convenzionale.

Be the first to comment on "CeramTec ottiene un fatturato di 553 milioni di euro per il 2020."

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi