Continuous Composites ha ottenuto un contratto SBIR di fase II da 750.000 dollari per dimostrare la sua tecnologia di stampa 3D a fibra continua per un’applicazione multifunzionale del Dipartimento della Difesa (DoD)

La società collaborerà con l’ Air Force Research Laboratory (AFRL) in un progetto che si concentrerà su strutture attrattive, motori e sensori di sistemi aerei senza pilota e sistemi spaziali autonomi. CF3D di Continuous Composites utilizza una cella di lavoro robotica controllata da CNC per depositare resina termoindurente a polimerizzazione a scatto rinforzata con fibre continue per costruire parti.

CF3D ha attratto il DoD per la sua capacità di affrontare strutture complesse con costi, peso e tempi di consegna ridotti. Attualmente, il Dipartimento della Difesa ritiene che l’aumento della complessità e della massa nelle applicazioni strutturali – che è un obiettivo primario della strategia scientifica e tecnologica dell’aeronautica statunitense – richieda tempi di produzione significativi da parte di una forza lavoro qualificata. CF3D, tuttavia, è un processo automatizzato in grado di produrre parti ottimizzate per topologia a basso costo che, secondo l’organizzazione, sono in linea con le iniziative di tecnologia / piattaforma per aeromobili attritibili a basso costo.

Attraverso questo progetto, gli obiettivi tecnici primari sono la produzione additiva di una configurazione di longheroni e nervature organicamente integrata come un unico componente, ottenendo un telaio alare completamente unitario. Il design di questo componente sarà sviluppato con Generative Design e la parte verrà stampata in una resina termoindurente ad alte prestazioni e fibra di carbonio continua. Il telaio unitizzato stampato sarà assemblato con pelli alari composite e sarà sottoposto a test per valutarne le prestazioni. Continuous Composites documenterà i dati di processo e li confronterà con i processi di fabbricazione e assemblaggio più tradizionali. Il contratto utilizzerà anche CF3D per requisiti imprevisti di aumento della produzione all’interno del DoD.

“Un programma Direct to Phase II ci offre l’opportunità di collaborare con questo team innovativo e la sua rivoluzionaria tecnologia di produzione per sviluppare ulteriormente le capacità di CF3D per la preparazione alla missione”, ha commentato Craig Neslen, AFRL / RXMS LCAAT Manufacturing Lead. “Ci impegniamo a valutare e far maturare la tecnologia di Continuous Composites per aerostrutture avanzate che ci consentiranno di soddisfare le impegnative esigenze di produzione del DoD.”

“Siamo onorati di ricevere questo contratto SBIR di Fase II direttamente attraverso il Dipartimento della Difesa”, ha aggiunto Tyler Alvarado, CEO di Continuous Composites. “L’AFRL è un cliente di lunga data che ha riconosciuto fin da subito le capacità dirompenti di CF3D. Attraverso questo contratto e altri, ci impegniamo a trasformare le capacità operative del Dipartimento della Difesa “.

Be the first to comment on "Continuous Composites ha ottenuto un contratto SBIR di fase II da 750.000 dollari per dimostrare la sua tecnologia di stampa 3D a fibra continua per un’applicazione multifunzionale del Dipartimento della Difesa (DoD)"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi