Ingegnere costruisce montagne russe in miniatura autolancianti con 3.000 parti
Le montagne russe stampate in 3D hanno richiesto 900 ore per essere completate.

 
A volte ti imbatti in un progetto così eccitante che vuoi condividerlo con il mondo. È il caso delle montagne russe in miniatura stampate in 3D di Dan Fritsche. Il progetto ha richiesto quasi 3.000 parti e 900 ore per creare e Fritsche ha condiviso con noi esattamente come lo ha fatto.

Partì prototipando il treno, l’obiettivo era renderlo funzionale sin dall’inizio, ma questa strategia aveva i suoi svantaggi come spiegherà più avanti. Gli ci sono volute tre iterazioni e leggere riprogettazioni, ma alla fine, “Sono stato in grado di capire il modo migliore per ridimensionare la costruzione di un treno a grandezza naturale e mantenere tutti i gradi di libertà e le distanze necessarie”, ha detto Fritsche   .

 Il passo successivo per lui è stato quello di creare un layout breve e semplice. Doveva mantenerlo breve e semplice poiché questa era ancora una prova di concetto in questa fase, una prova di concetto che poteva trasformare in qualcosa di completo.

 
Spiega: “Una volta progettato e stabilito un layout in NL2, ho esportato le coordinate della spline e le ho importate in Fusion 360, dove ho modellato tutto a mano. Tutto ciò è stato relativamente semplice, ma estremamente dispendioso in termini di tempo: circa 600 ore per il treno, binario, colonne, stazione, lancio, corsa di frenata, ecc.”

 
Fritsche ha aggiunto che aveva già prototipato il meccanismo di lancio circa un anno prima di iniziare il suo progetto e che durante l’intero processo di modellazione 3D, stava stampando parti mentre procedeva, in modo da poter verificare il design in pochi minuti o ore. 

 
“L’ultima cosa era automatizzare tutto, quindi ho inserito micro servomotori ovunque fosse necessario il movimento. Quindi, con l’aiuto di uno dei miei amici, ho scritto un semplice codice per eseguire il meccanismo di lancio, i freni, i cancelli della stazione e l’azionamento pneumatici”, ha detto Fritsche. Ha aggiunto che scrivere il codice è stata la parte più impegnativa di tutto il suo calvario.

 
Fritsche ora ha alcuni buoni consigli per i futuri progettisti di montagne russe stampate in 3D: “Consiglio vivamente di prenderla con calma e di non affrontare immediatamente un modello funzionale. Inizia in piccolo e fatti strada con un treno statico e traccia il design dopo aver avuto una solida base di modellazione 3D conoscenza.”

 
Fritsche è laureato in Ingegneria Meccanica presso la Iowa State University e attualmente sta lavorando a un sito Web Weebly dove presenterà uno sguardo più approfondito sul processo alla base del suo progetto, ha anche un account Instagram e un canale YouTube .

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi