DAYNA la moto elettrica per il soccorso alpino stampata in 3d Elisava Racing Team

BCN3D E ELISAVA RACING TEAM CREANO LA MOTO PER SOCCORSO ALPINO DAYNA CON STAMPA 3D

Il produttore spagnolo di stampanti 3D BCN3D ha collaborato con l’Elisava Racing Team della Scuola di Design e Ingegneria dell’Università di Barcellona per stampare in 3D parti di uso finale per la sua motocicletta intelligente per il soccorso alpino completamente elettrica.

Chiamata DAYNA, la moto è specificamente progettata per le operazioni di soccorso in montagna in ambienti ostili e presenta 19 parti stampate in 3D composte da una varietà di materiali tecnici.

Il team Elisava metterà alla prova la moto al Barcelona Smart Moto Challenge , dove i team di ingegneri di studenti di tutto il mondo competeranno per sviluppare la migliore moto elettrica sul mercato, e alla fine cercheranno di commercializzare il prodotto.

“Con la loro conoscenza dei materiali e della tecnologia di stampa FFF, il team di BCN3D ci ha aiutato a completare la definizione della forma dei componenti per facilitare la stampa, nonché a configurare le parti per avere una qualità migliore e ridurre i supporti e i problemi durante la stampa”, ha affermato Jacobo Mateos, Project Manager dell’Elisava Racing Team.

DAYNA si basa su un sistema intelligente connesso all’IoT dotato di sensori di angolo cieco e di prossimità, Bluetooth e GPS, al fine di ridurre i tempi di risposta durante le emergenze e i soccorsi. Se prodotta commercialmente, la motocicletta sarebbe in grado di integrare e analizzare le informazioni dai dispositivi di localizzazione GPS e combinarle con i dati delle app dei motociclisti per monitorare il movimento e fornire anche incidenti o situazioni in cui il pilota potrebbe aver bisogno di assistenza.

La moto contiene 19 parti di uso finale stampate in 3D utilizzando Fused Filament Fabrication (FFF) e materiali tecnici. BCN3D ha consigliato al team Elisava l’ottimizzazione del design delle parti in termini di orientamento e idoneità dei materiali.

I componenti che sarebbero entrati in contatto con le batterie o l’elettronica sono stati stampati con l’ABS per la sua resistenza strutturale e termica e la bassa carica statica, mentre il PA è stato utilizzato per le parti in cui la resistenza all’attrito era essenziale. Per i componenti più esigenti dal punto di vista meccanico, sono stati utilizzati materiali che possedevano carica di fibra, come la poliammide rinforzata con carbonio ad alta temperatura PAHT CF15 di BCN3D. Il parafango, un componente soggetto a rompersi a causa degli urti, è stato prodotto con il filamento composito in fibra di vetro PP GF30 di BCN3D che è più leggero del PAHT ma comunque in grado di resistere a urti e attrito.

Secondo Mateos, la stampa 3D FFF è stata scelta perché “ha permesso [loro] di produrre parti in plastica sia in materiali con rinforzo che in materiali senza di esso, il che ci ha dato una libertà nella definizione della forma delle parti che qualsiasi altro processo di produzione non avrebbe consentito hanno permesso. “

“GRAZIE AI MATERIALI FIBRORINFORZATI, IN QUESTO CASO, LA FIBRA DI CARBONIO, SIAMO STATI IN GRADO DI REALIZZARE I PEZZI CHE VOLEVAMO, CON LA VERSATILITÀ NELLA FORMA DEL PEZZO CHE LA STAMPA FFF CI PERMETTE DI FARE.”

Per il processo di stampa, il team di Elisava ha utilizzato la più grande stampante 3D di BCN3D, la Epsilon W50 , poiché il suo volume di costruzione era in grado di stampare parti di grandi dimensioni come il parafango della moto e il coperchio della forcella. La stampante è alimentata dalla tecnologia IDEX ( Independent Dual Extruder Technology ) proprietaria di BCN3D , che consente il controllo indipendente delle teste degli strumenti della stampante.

Parte della gamma di stampanti 3D Workbench di BCN3D, Epsilon W50 può essere equipaggiata con Smart Cabinet (SC) dell’azienda che mantiene le condizioni ottimali dei materiali di stampa al fine di migliorare la qualità di stampa. Lo SC verrà spedito nella primavera del 2021 e si rivolge ai clienti che desiderano ottimizzare il proprio flusso di lavoro di produzione.

Il team di Elisava ha anche utilizzato la modalità Mirror di Epsilon per stampare simultaneamente i modelli specchiati in modo simmetrico al fine di risparmiare tempo. Dopo la stampa, le parti sono state levigate per ottenere una finitura liscia.

“Durante il processo di sviluppo, ci ha permesso di iterare rapidamente, creando pezzi che ci hanno permesso di valutare la loro forma, finitura e funzionalità, indipendentemente dal materiale o dal processo di produzione utilizzato nella parte finale”, ha aggiunto Mateos.

Il team Elisava ha in programma di tornare al Barcelona Smart Moto Challenge con il DAYNA nella speranza di raccogliere riconoscimenti per i loro sforzi e potenzialmente raggiungere l’obiettivo finale di commercializzare la motocicletta. Nel frattempo, il team continuerà a lavorare sugli elementi di ricerca e sviluppo della motocicletta in termini di sfruttamento di capacità intelligenti e funzionalità di soccorso.

Trovate a questo indirizzo https://www.elisava.net/en/news/undergraduate-students-join-forces-second-multidisciplinary-project-elisava-racing-team-2019 la descrizione del prodotto

Be the first to comment on "DAYNA la moto elettrica per il soccorso alpino stampata in 3d Elisava Racing Team"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi