DRAGONTECH COSTRUIRÀ UNA PIATTAFORMA DI DATI AGRICOLI CON DRONI CON SENSORI INCORPORATI STAMPATI IN 3D
 
La startup di tecnologia agricola Dragontech sta utilizzando la stampa 3D per sviluppare una nuova piattaforma di raccolta dati accessibile basata su droni per aiutare gli agricoltori commerciali a identificare potenziali problemi nei loro campi.

La società utilizza le stampanti 3D MakerBot per progettare e prototipare componenti, come staffe e supporti in fibra di carbonio, per collegare la sua piattaforma di integrazione dei sistemi ai droni commerciali standard. L’obiettivo di Dragontech è aiutare gli agricoltori commerciali a ottenere il meglio dai loro dati per massimizzare i raccolti e prevedere meglio le incertezze di un clima che cambia sui loro campi. 

“Vogliamo essere in grado di prendere praticamente qualsiasi tipo di sensore e integrarlo in un drone, e renderlo integrato in un’unica piattaforma pronta all’uso in modo che chiunque possa usarlo”, ha affermato Mel Wieting, fondatore di Dragontech. “Ci sono modi in cui puoi mettere insieme soluzioni ora, ma c’è un grande mercato potenziale per una soluzione confezionata più pronta all’uso che può soddisfare direttamente gli agricoltori”.

La stampa 3D è stata sfruttata per migliorare i processi e la sostenibilità nel settore agricolo in vari modi. Un concetto che riceve crescente attenzione in questo settore è quello dell’economia circolare e il ruolo che la stampa 3D può svolgere nel raggiungimento della circolarità al suo interno.

Progetti come BARBARA hanno cercato di riutilizzare i rifiuti dei sottoprodotti agricoli in materiali a base biologica stampabili in 3D per realizzare prototipi per i settori delle costruzioni e automobilistico. Nel frattempo, aziende di tecnologia alimentare come MeaTech stanno utilizzando la stampa 3D per sviluppare proteine ​​​​della carne alternative sostenibili basate su laboratorio che eliminano la necessità di macellazione animale e gli impatti ambientali che derivano dalla produzione di carne di massa.

Altrove, il produttore di stampanti 3D in metallo e fibra di carbonio Markforged sta cercando di istituire un servizio con sede in Australia dedicato alla produzione di componenti a contatto con gli alimenti stampati in 3D che saranno disponibili anche per altri settori alimentari, agricoli e manifatturieri australiani in futuro. 

I droni con sensori integrati possono essere utilizzati in pacchetti di dati personalizzati da consulenti per grandi aziende agricole per raccogliere dati sui loro campi e colture, tuttavia questi sono generalmente meno accessibili agli agricoltori stessi e alle aziende agricole più piccole senza le risorse necessarie. Questi tipi di pacchetti sono preziosi per identificare e affrontare potenziali problemi relativi a campi, colture e incertezze climatiche. 

Dopo 15 anni al Lawrence Livermore National Laboratory (LLNL) lavorando su tecnologie per migliorare gli sforzi per prevedere e massimizzare i raccolti, Wieting e un partner hanno iniziato a studiare sensori e controller in grado di monitorare e controllare i grandi sistemi di irrigazione basati su aziende agricole. 

Da questo, Dragontech è nata nel 2020 con l’obiettivo di portare tecnologie standardizzate nel settore agritech per consentire un’adozione più semplice e diffusa di piattaforme di raccolta dati basate su droni. L’azienda progetta e costruisce le integrazioni di sistema per i droni standard al centro della sua piattaforma, che coinvolge sensori, telecamere e unità di elaborazione a bordo.

Per tenere e bilanciare i suoi sistemi e strumenti sul drone, l’azienda produce i propri supporti, di cui progetta e testa le varianti utilizzando la stampa 3D. Dragontech ha sfruttato una stampante 3D METHOD X per produrre rapidamente prototipi di componenti che possono testare sul campo.

Un esempio di una delle prime costruzioni dell’azienda è un drone DJI Matrice con una suite di sensori avanzati e un’unità di elaborazione integrata montata utilizzando staffe e dispositivi in ​​fibra di carbonio stampati in 3D. 

“Ho una certa esperienza nell’uso delle stampanti 3D, ma ciò che mi ha incuriosito del METODO X è stato l’uso di materiale in fibra di carbonio insieme alla camera riscaldata chiusa, che si traduce in parti più resistenti possibili, il che è importante quando sto stampando per collegare sensori da $ 10.000 a un drone”, ha detto Wieting. 

Secondo Wieting, il METODO X ha risparmiato molto tempo al team Dragontech durante il processo di prototipazione, tuttavia il team sta anche pianificando di utilizzare la tecnologia in altri modi. Una volta che i componenti hanno superato la fase iniziale di progettazione e test, Wieting prevede di creare una linea di produzione agile con un inventario digitale delle parti. 

Una volta che le parti sono state verificate e ottimizzate da un ingegnere esterno, l’azienda creerà un inventario digitale che consentirà loro di stampare le parti su richiesta. Ciò ridurrà la dipendenza di Dragontech dall’esternalizzazione della produzione o dall’allocazione di spazio eccessivo per lo stoccaggio dell’inventario fisico. 

Oltre all’agricoltura, Wieting ritiene che la piattaforma di raccolta dati di Dragontech potrebbe essere utilizzata in altri settori che richiedono il monitoraggio remoto e la raccolta dati in ambienti vasti.

“Posso iniziare a stampare subito e posso ancora averli molto più velocemente che se stessi usando un fornitore per procurarmi la parte, quindi è un enorme vantaggio avere la stampante”, ha aggiunto Wieting. “Stiamo iniziando in agricoltura, dove vediamo un’ovvia esigenza di mercato, ma ci sono molti altri settori e applicazioni a cui potremmo aprirci in futuro”.

L’obiettivo di Dragontech è aiutare gli agricoltori commerciali a ottenere il meglio dai propri dati per massimizzare i raccolti.

 

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi