Gli astronauti della ISS stampano in orbita un adattatore per l’uscita di scarico per il gruppo processore della salamoia (BPA)


 
Gli astronauti sulla ISS hanno fabbricato con successo parte di un adattatore per l’uscita di scarico per il gruppo processore della salamoia (BPA) utilizzando la stampante 3D AMF di Redwire. Ciò consente di collegare i condotti a più filtri, ad esempio per rimuovere gli odori. L’esempio mostra l’enorme flessibilità che la stampa 3D spaziale e la produzione su richiesta con l’aiuto delle stampanti 3D possono offrire agli astronauti.
 
L’ Additive Manufacturing Facility (AMF) di Redwire ha recentemente realizzato un adattatore sull’additivo della  Stazione Spaziale Internazionale (ISS), in modo che il modulo del processore della salamoia (Engl. Brine Processor Assembly , BPA) della ISS funzioni senza problemi. L’AMF di Redwire ha finora stampato oltre 200 strumenti sull’avamposto in orbita e si ritiene che sia la prima stampante 3D commerciale sulla ISS.

Primo dispositivo commerciale di produzione additiva sulla ISS
 
Da quando l’AMF di Redwire è stato installato a bordo della ISS, il complesso sistema di stampa 3D è stato utilizzato da numerosi clienti e ha già stampato oltre 200 strumenti, risorse e oggetti nello spazio. La capacità di produrre su richiesta aumenta l’affidabilità delle missioni a lungo termine e rende più sicure le missioni spaziali con equipaggio e offre ulteriore flessibilità nel rispondere a nuove situazioni.

La tecnologia BPA è collegata all’Environmental Control and Life Support System (ECLSS) della Stazione Spaziale, che è stato sviluppato per migliorare il riciclaggio dell’acqua sulla ISS . La parte stampata in 3D dall’AMF è un adattatore per l’uscita di scarico del BPA e consente di collegare i condotti a una serie di filtri per eliminare gli odori dal BPA. L’utilizzo dell’adattatore stampato in 3D ha fornito una migliore connessione all’uscita di scarico del BPA, che ha permesso al BPA di continuare a funzionare.

Spedizioni più lunghe con meno trasporti di risorse
ECLSS , l’hardware di supporto vitale rigenerativo della stazione spaziale, fornisce aria e acqua pulite per gli equipaggi della stazione. Il nuovo BPA è incorporato nel sistema e consente di recuperare più acqua dall’urina dell’equipaggio. ECLSS consente quindi a più membri dell’equipaggio di vivere a bordo della stazione per spedizioni più lunghe con meno trasporti di risorse.

I componenti chiave dell’ECLSS rigenerativo sono il sistema di recupero dell’acqua e il sistema di rivitalizzazione dell’aria. Le squadre di astronauti in missioni di ricognizione a lungo termine hanno bisogno dei sistemi ECLSS per recuperare il 98% dell’acqua che portano con sé all’inizio del viaggio e trasformarla in acqua potabile.

Layne Carter, responsabile del sottosistema idrico della Stazione Spaziale Internazionale presso Marshall, afferma:

“Con questo nuovo gruppo di elaborazione della salamoia, recupereremo acqua aggiuntiva dalla salamoia di urina in modo che il recupero totale dell’acqua sia più vicino al 98%”.
Il processore della salamoia alla fine contribuirà a consentire missioni di ricognizione con equipaggio a lungo termine e a ridurre la necessità di rifornimenti idrici dalla Terra. Il sistema di recupero dell’acqua salata urinaria potrebbe essere utilizzato anche sulla Terra in ambienti difficili e remoti con accesso limitato all’acqua. Con la stampa 3D, l’equipaggio della ISS sarà in grado di rendere i componenti disponibili in loco ancora più velocemente in futuro. Continueremo a riferire sull’ulteriore sviluppo della stampa 3D nei viaggi spaziali e delle stampanti 3D in assenza di gravità nella rivista 3D-limitless

Be the first to comment on "Gli astronauti della ISS stampano in orbita un adattatore per l’uscita di scarico per il gruppo processore della salamoia (BPA)"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi