GoPrint3D In-Cycle e HSSMI per il progetto CLIFFF economia circolare sostenibilità industriale e riciclaggio

Sostenibilità industriale e riciclaggio: CLIFFF porta il cerchio completo delle materie plastiche per la stampa 3D

Poiché GoPrint3D collabora con In-Cycle e HSSMI per un progetto di Innovate UK: Closed Loop Innovation in Fused Filament Fabrication (CLIFFF) , l’attenzione è focalizzata sulla “rielaborazione” delle stampe che sono state scartate e rimandate in circolazione come filamenti di stampa 3D di qualità.

“I rifiuti di plastica sono una grande preoccupazione per le persone al momento”, ha dichiarato Joanna Young, amministratore delegato di GoPrint3D. “Affrontando questo problema, rimuoveremo una serie di ostacoli alla stampa 3D”.

Gestire materie plastiche e altri oggetti che vengono scaricati in discariche e oceani in tutto il mondo presenta più di un semplice senso di preoccupazione: c’è un senso di urgenza nel risolvere il problema ora, non aggiungendolo. Fortunatamente, la maggior parte degli utenti della stampa 3D vuole contribuire al mondo, non per nulla – e trovare un modo per portare la plastica e altri materiali a ciclo completo può essere impegnativo, ma molte nuove imprese emergenti sono dedicate alla causa.

CLIFFF intende offrire un “modello di business completamente circolare” per la produzione additiva, nato da un progetto progressivo che i partner vedono come offrendo nuovi vantaggi sia dal punto di vista economico che ambientale, il che significa che meno materie plastiche stanno andando nelle discariche, creando al contempo nuovi materiali eccellenti e persino creando posti di lavoro. Se sei impegnato nella stampa 3D, probabilmente ti rendi conto del potenziale accumulo di materie plastiche scartate.

“Attualmente non esiste un sistema di riciclaggio industriale per i materiali di stampa 3D di scarto, quindi CLIFFF sta adottando alcuni primi passi proattivi per migliorare la sostenibilità del settore”, spiega il dott. Mike Lee, direttore di In-Cycle. “Il nostro obiettivo è mostrare al settore che è possibile istituire sistemi di riciclaggio a circuito chiuso che creano vantaggi sia ambientali che economici da flussi di rifiuti altrimenti scartati”.

Il team sta attualmente cercando utenti della stampa 3D per partecipare a un sondaggio, concentrandosi su domande per aiutarli a continuare nella loro missione di raccogliere quanto segue:

Le stampe 3D non riuscite sono state scartate dagli utenti
Materiale di supporto
Reel-end
Bobine vuote
“La crescita della produzione additiva sta superando le aspettative e sta rivoluzionando lo sviluppo della produzione su misura. La produzione additiva può aiutare a sviluppare le parti in modo più sostenibile, ma ha anche un impatto ambientale negativo ”, spiega Inigo Bontigui, Lean Engineer di HSSMI. “CLIFFF punta a ridurre l’impatto della plastica sulla stampa 3D istituendo un sistema di elaborazione a fine vita”.

Be the first to comment on "GoPrint3D In-Cycle e HSSMI per il progetto CLIFFF economia circolare sostenibilità industriale e riciclaggio"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi