Il gruppo EROFIO stampa con successo il nucleo dello stampo in 3D sulla linea Concept Laser M di GE Additive


 
La società di stampaggio industriale EROFIO Group è stata scelta per testare il sistema GE Additive Concept Laser M Line prima che venga rilasciato ufficialmente nel 2021. Poiché EROFIO utilizza da tempo la tecnologia Direct Metal Laser Melting (DMLM) di GE Additive per il suo lavoro nello stampaggio a iniezione termoplastica settore, ha senso che questa azienda sia stata scelta per esercitare le capacità dello stampatore . Il sistema è stato installato presso lo stabilimento di produzione di stampi del Gruppo EROFIO nel Portogallo centrale per meno di tre mesi e sono già stati annunciati risultati positivi, poiché l’azienda ha recentemente stampato in 3D il suo primo Mold Core sulla linea M.

“Siamo onorati di far parte dell’approfondito processo di preparazione commerciale di GE Additive. Stiamo imparando molto da loro e penso che sia sicuro dire che stanno imparando molto da noi e dalle nostre prime impressioni lavorando con la Linea M”, ha affermato Luís Santos, leader nella produzione di additivi metallici del Gruppo EROFIO. “Il fatto che la prima parte venga rimossa dal nostro sistema è una grande pietra miliare e non vediamo l’ora di supportare il team più ampio man mano che la soluzione arriva sul mercato e oltre”.
Sistema M Line installato presso EROFIO Group
Un vantaggio nella stampa 3D della parte è che EROFIO Group può ottenere uno scambio di calore più efficiente, poiché la libertà di progettazione geometrica della tecnologia consente di aggiungere un raffreddamento conforme. Il raffreddamento migliorato riduce il tempo di ciclo e la deformazione, il che a sua volta aumenta la produttività del processo di iniezione della plastica e migliora l’estetica della parte in plastica iniettata.

La stampa 3D ha inoltre consentito al Gruppo EROFIO di ridurre i propri requisiti di finitura del 90% e di ridurre la quantità di tempo totale di produzione. Rispetto alla produzione più convenzionale, l’utilizzo della linea M per stampare il Mold Core ha consentito un risparmio di tempo del 30%, dalla polvere fino all’assemblaggio finale dello stampo.

A sinistra: disegno CAD 3D della geometria finale. A destra: vista 3D interna del Core da stampare con gli otto canali di raffreddamento conformi indipendenti.
L’acciaio per utensili per lavorazioni a caldo M300, tipicamente utilizzato per produrre componenti funzionali e inserti per utensili per stampaggio a iniezione e pressofusione con raffreddamento conforme, è il materiale con cui il Gruppo EROFIO ha scelto per stampare il Mold Core, e il primo tentativo ha avuto successo . Il processo di stampa ha richiesto sei giorni, una volta che l’azienda ha ricevuto il supporto per l’ottimizzazione remota dal team Bavaria di GE Additive.

“Ci aspettavamo che la prima parte da stampare sulla M Line andasse bene. E quando è successo, c’è stata un’ondata di eccitazione percepita in tutto il team qui a Lichtenfels”, ha affermato Jan Siebert, General Manager delle tecnologie laser di GE Additive. “Il lavoro continua qui in Germania sulla Linea M, prima del lancio, e terremo conto di ulteriori feedback dal team di EROFIO.

“È di fondamentale importanza che quando GE Additive introduce nuove soluzioni sul mercato, possa dimostrare in modo tangibile e immediato l’impatto sul business. Il nostro sistema M Line opera a livelli più elevati di affidabilità e ripetibilità, soddisfacendo le esigenze dei clienti sin dal primo giorno. Questo non è un esperimento scientifico e non stiamo sviluppando apparecchiature di laboratorio. Affermazioni eccessivamente ambiziose e specifiche incomplete negli annunci di lancio di prodotti di altri fornitori servono solo a minare la fiducia che il nostro settore più ampio ha costruito collettivamente nella tecnologia degli additivi metallici negli ultimi anni.
Sistema M Line che lavora su uno strato del Core
Santos e il resto del suo team avevano già molta esperienza con Concept Laser M2 di GE Additive e hanno deciso di utilizzare un parametro per la build di prova che era già stata sviluppata per il sistema M2 Serie 5 . Per adattare il parametro per la stampa del Mold Core sulla M Line modulare, è bastato cambiarlo un po’.

La parte, che si estende per oltre otto metri di lunghezza e tra i cinque e gli otto millimetri di diametro, presenta più di otto canali di raffreddamento conformi interni indipendenti ed è stata stampata con successo al primo tentativo.


“Abbiamo un solido rapporto di lavoro con il team di EROFIO che risale a oltre un decennio”, ha dichiarato Wolfgang Lauer, Concept Laser M Line Product Manager di GE Additive. “Poiché ci avviciniamo a una fase critica nella commercializzazione del sistema M LINE, abbiamo specificamente cercato un partner di fiducia per acquisire esperienza di installazione precoce, dati e feedback onesto dei clienti”.
Il sistema GE Additive Concept Laser M Line sarà disponibile in commercio entro la fine dell’anno.

Be the first to comment on "Il gruppo EROFIO stampa con successo il nucleo dello stampo in 3D sulla linea Concept Laser M di GE Additive"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi