Il progetto AMable contro il coronavirus

Il progetto AMable promuove soluzioni AM flessibili contro il virus corona

Con la produzione additiva, i prodotti possono essere fabbricati in modo rapido e flessibile. I partner AMable supportano le aziende e mettono a disposizione le proprie competenze per la stampa 3D affidabile con tutti i tipi di materiali. (Foto: Fraunhofer ILT, Aquisgrana)
Il virus corona sta attualmente paralizzando la vita pubblica e privata e in molti luoghi mancano attrezzature mediche e soluzioni per proteggersi dalla diffusione del virus. Insieme alle istituzioni di tutta Europa, l’Istituto Fraunhofer per la tecnologia laser ILT supporta le aziende del progetto UE AMable con la realizzazione di idee di produzione additiva, con le quali è possibile superare meglio le strozzature. Dopo che AMable ha già aperto con successo la strada alla stampa 3D industriale con metallo e plastica per le PMI, i partner stanno ora offrendo aiuto e finanziamenti pubblici per i progetti COVID-19. I partner AMable chiedono che le idee vengano presentate in una prima fase e che i concetti di soluzione adatti per la produzione additiva di nuovi prodotti in una seconda fase.

Al fine di proteggere le persone dagli effetti a lungo termine della pandemia, i partner del progetto UE AMable vogliono aprire nuove strade. Finora, il compito dell’iniziativa I4MS dell’UE (ICT Innovation for Manufacturing PMI) è stato quello di promuovere la stampa 3D con metallo e plastica nelle piccole e medie imprese (PMI). Sono in corso misure per la fornitura rapida e affidabile di soluzioni per il lavoro legato alla sopravvivenza, in particolare di ospedali, studi medici e personale infermieristico. Per la produzione nelle PMI e nell’industria, nonché nell’artigianato, anche qui vengono messe a fuoco soluzioni a supporto delle persone nel loro lavoro.

Invito a presentare idee: quali idee possono essere realizzate utilizzando la stampa 3D?
“Esistono già molte idee da parte delle PMI per risolvere questo compito urgente con l’aiuto di processi additivi”, riferisce Ulrich Thombansen, coordinatore del progetto e scienziato presso la Fraunhofer ILT. »Controlliamo in quali casi la stampa 3D può essere utilizzata per produrre componenti in modo più rapido e affidabile rispetto ai processi convenzionali e in che modo è possibile soddisfare i requisiti attuali il più rapidamente possibile con nuove soluzioni.«

AMable offre supporto universale in tutte le fasi della produzione additiva. I partner della piattaforma dispongono delle competenze necessarie per la stampa 3D affidabile con tutti i tipi di materiali, dalla plastica o metallo alla ceramica. Ciò che è attualmente richiesto, tuttavia, è piuttosto la soluzione per la piccola stampante 3D estrusore in loco, in modo che i prodotti possano essere prodotti in loco, se necessario, afferma Thombansen. Il messaggio è di conseguenza: »Forniscici idee per la stampa 3D che possono essere utilizzate, ad esempio, B. La tecnologia medica funziona meglio e più facilmente di prima. Quindi vogliamo capire dove la produzione additiva può contribuire in relazione agli effetti della pandemia. «

Chiama per soluzioni: suggerimenti di argomenti pubblici su tutti i canali multimediali
I partner AMable dipendono dalla completa trasparenza del loro lavoro: vogliono presentare i suggerimenti tematici della comunità AM direttamente attraverso tutti i canali di social media, le associazioni e la stampa come un “invito a trovare soluzioni” al fine di trovare partner adatti che AMable sostiene attivamente con finanziamenti pubblici ed esperti. È disponibile un totale di € 350.000. Idealmente, per ogni soluzione viene creato un file di progettazione liberamente accessibile che include la documentazione con una descrizione precisa del processo. Ha lo scopo di consentire agli utenti di aggiungere componenti affidabili per il processo con la semplice pressione di un pulsante. Tuttavia, dovrebbe anche essere una soluzione che tutti possono sviluppare ulteriormente per le loro esigenze in loco e adattarsi ad applicazioni specifiche.

Le maschere subacquee diventano semplici ventilatori
Le possibilità sono buone, perché noti istituti europei prendono parte alla piattaforma AMable, il cui lavoro Thombansen coordina come project manager. Come idea interessante descrive z. Ad esempio, un progetto presso l’Università di Marburg in cui un team ha modificato i dispositivi CPAP esistenti per il trattamento dell’apnea notturna per l’uso in pazienti COVID-19. Progetti simili stanno perseguendo progetti simili nella comunità, in cui poche parti stampate in 3D consentono persino di utilizzare maschere subacquee come ausili per la ventilazione. Thombansen: »Vogliamo riunire persone con idee simili con esperti della rete AMable in modo che possano implementare il loro argomento di stampa 3D in modo rapido e affidabile. AMable agisce come un t

Be the first to comment on "Il progetto AMable contro il coronavirus"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi