Il team “BitArt” vince la prima sfida di stampa 3D della Germania meridionale a Ulm


Alcuni progetti interessanti sono stati presentati alla 1a sfida di stampa 3D della Germania meridionale dall’Università di scienze applicate di Neu-Ulm. I partecipanti hanno presentato un business plan e hanno stampato i loro prototipi con una stampante 3D. La sfida con i team di tutta Europa è stata vinta dal team “BitArt”, che crea opere d’arte uniche dai ricordi sotto forma di testi, foto o brani musicali dalla stampante 3D.

Logo dell’Università di Scienze Applicate di Neu-UlmNella prima sfida di stampa 3D della Germania meridionale, il team BitArt di Ulm ha ottenuto il primo posto, come annunciato in un comunicato stampa dall’Università di scienze applicate di Neu-Ulm . Numerosi i gruppi di partecipanti provenienti da tutta Europa. Nove di loro arrivano in finale. I partecipanti hanno presentato un piano aziendale per il loro prodotto e hanno stampato un prototipo con una stampante 3D . Una giuria di otto membri ha selezionato il vincitore il 20 ottobre. La giuria era composta da esperti di stampa 3D, rappresentanti delle imprese e il presidente dell’università, il Prof.Dr. Uta M. Feser.

I ricordi vengono stampati con la stampante 3D
Gerhard Habiger e Matthias Matousek del team “BitArt” di Ulm hanno sviluppato un algoritmo che trasforma ricordi come testi, foto o brani musicali in opere d’arte stampate in 3D. La giuria ha visto un grande potenziale nell’idea. I vincitori sono rimasti sorpresi dal loro successo, poiché in pratica volevano solo testare come è stato accolto il loro lavoro, afferma il comunicato stampa.

Il secondo posto è andato a Leonie Fensterle con il timbro personalizzato per sopracciglia “Kashello”. Con un’app di scansione, i clienti possono utilizzare un timbro perfettamente abbinato al loro viso con un’elaborata struttura dei capelli per lo styling delle sopracciglia.

Julian Kufner ha raggiunto il terzo posto con le pinze chirurgiche della stampante 3D. Con “pliers_one”, gli ospedali possono stampare prodotti medici usa e getta direttamente in loco da materiale riciclabile. Vengono salvati lunghi percorsi di consegna. Gli ospedali nelle aree di crisi possono, ad esempio, rifornirsi di strumenti chirurgici.


La sfida di stampa 3D è stata creata come parte del sottoprogetto InnoSÜD “Physical, Augmented & Virtual Reality Logistics Living Lab” presso l’Università di Scienze Applicate di Neu-Ulm. Prof. Dr.-Ing. Oliver Kunze, Dr. Fang Li e Fabian Frommer si occupano dei possibili usi della stampa 3D in aree come la logistica in modo che i percorsi di consegna siano più brevi. Studenti e aziende regionali possono testare le proprie idee di stampa 3D nel proprio laboratorio.

Il professor Kunze dell’Università di scienze applicate di Neu-Ulm spiega:

“La sfida della stampa 3D completa il trasferimento di conoscenze che operiamo in InnoSÜD. Proprio come nel nostro Open Lab, la sfida consiste nel tirare fuori le idee dalla nostra testa e trasformarle in realtà e promuovere idee per nuovi modelli di business ”.

Be the first to comment on "Il team “BitArt” vince la prima sfida di stampa 3D della Germania meridionale a Ulm"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi