Licenziamenti a Nexa3D 

 

Sebbene non ci sia stato alcun annuncio ufficiale da parte della società, sembra che più persone della società con sede in California siano state licenziate questa settimana. Le modifiche sono state completate così rapidamente che il loro sito Web, al momento della stesura di questo articolo, mostra ancora parte del personale che apparentemente è già partito.

 
Quanti sono stati lasciati andare? Senza preavviso ufficiale, è difficile da dire, ma ci sono prove aneddotiche che i licenziamenti siano stati sostanziali. Una crociera attraverso LinkedIn mostra più ruoli in partenza nell’intervallo luglio-agosto 2022. I ruoli includono la gestione del prodotto, il marketing, lo sviluppo del business, l’ingegneria, la tecnica e persino il capo delle operazioni in Cina. Potrebbero essercene anche di più, dato che alcuni non hanno ancora aggiornato i loro profili LinkedIn.

In assenza di qualcosa di ufficiale, dobbiamo speculare su cosa sta succedendo e se questo è qualcosa che colpisce l’intero spazio di stampa 3D.

Per me questa è stata un po’ una sorpresa, poiché tutte le indicazioni hanno mostrato che Nexa3D era pieno di soldi. Stavano assumendo, stanno per lanciare una nuova linea di prodotti e avevano persino quello che sembrava essere lo stand più grande (e probabilmente il più costoso) al Rapid 2022.



Cosa è cambiato?

 
Un punto potrebbe essere che in questo periodo dell’anno la maggior parte delle aziende pubblica i risultati trimestrali per il periodo aprile-giugno. È possibile che Nexa3D abbia avuto scarsi risultati finanziari che hanno spinto i vertici aziendali a tagliare rapidamente i costi per compensare guadagni inferiori al previsto. Questo può accadere se i bonus per dirigenti sono legati a livelli di risultati specifici: non vuoi perdere il tuo bonus, giusto?

Il management di Nexa3D potrebbe anche anticipare un’imminente recessione e potrebbe intraprendere azioni preventive per ridurre i costi interni prima che sia troppo tardi. Sospetto che questa possibilità sia improbabile, poiché la natura rapida di questo evento di licenziamento suggerisce qualcosa di più urgente. Ho anche sentito delle previsioni secondo cui una recessione, se arriverà, sarà probabilmente relativamente breve.

L’industria AM potrebbe essere in qualche modo immune agli effetti della recessione, tuttavia, poiché il crescente passaggio dalla produzione all’estero alla produzione regionale richiede alcuni investimenti in tecnologie additive. Per questo motivo, negli ultimi mesi molti produttori di stampanti 3D hanno avuto un boom.

Per questi motivi, sospetto che l’evento dietro i licenziamenti di Nexa3D sia molto probabilmente risultati di vendita inaspettatamente bassi. Anche questo è preoccupante, dato che molti produttori di stampanti 3D hanno fatto abbastanza bene di recente. Perché Nexa3D non dovrebbe essere uno di questi?

Questo è un po’ sconcertante, poiché Nexa3D ha un eccellente set di prodotti con alcune tecnologie uniche. Il loro ultimo dispositivo, lo XiP, è specificamente progettato per essere facile per gli operatori ed è relativamente a basso costo per le unità della sua classe. Perché non vende bene?

Una possibilità è che le stampanti 3D in resina poco costose potrebbero divorare parte di questo mercato. Potrebbe essere che alcuni acquirenti pensino di poter acquistare 10 volte o addirittura 50 volte più unità più economiche rispetto alle apparecchiature più costose. Se l’obiettivo è la produzione, otterresti molto più throughput con il funzionamento parallelo, soprattutto se sei disposto a pagare il lavoro manuale per il funzionamento.

Potremmo non conoscere mai le vere ragioni dietro i licenziamenti di Nexa3D, ma c’è chiaramente qualcosa che sta succedendo in azienda.

Potremmo vedere licenziamenti in altre società? Il tempo lo dirà.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi