Kawasaki Heavy Industries e il ricambio stampato in 3D spedito con un drone

Il pezzo di ricambio stampato in 3D di Kawasaki è volato per la spedizione tramite drone

Una delle poche aziende che affronta il mondo della stampa 3D marittima è Wilhelmsen , una delle più grandi aziende del settore marittimo, insieme ai suoi partner, come il conglomerato siderurgico thyssenkrupp e lo spin-out di Wilhelmsen Ivaldi . L’attuale strategia del gruppo consiste nell’utilizzare la produzione additiva per produrre pezzi di ricambio e per distribuirli ai clienti in mare hanno implementato metodi unici. In particolare, hanno collaborato con la startup di Singapore F-Drones per portarli ai loro clienti.

I partner hanno dimostrato questa capacità quando servono l’ MMA Offshore per conto di Kawasaki Heavy Industries. Durante il Maritime Drone Estate Launch a Singapore, i partner hanno digitalizzato, stampato, testato e consegnato un connettore per il tubo dell’acqua di raffreddamento alla nave di MMA Offshore, MMA Monarch.

Il connettore del tubo dell’acqua di raffreddamento stampato in 3D. Immagine per gentile concessione di Wilhelmsen.
Finora, la piattaforma di adempimento Wilhelmsen-thyssenkrupp AM serve oltre 3.000 navi da diverse località in tutto il mondo. La possibilità di stampare in 3D parti di ricambio per il settore marittimo ha molti degli stessi vantaggi che i ricambi stampati in 3D hanno per le aziende in generale, e poi alcuni. La dipendenza da un inventario digitale consente di ottenere componenti fuori produzione e di ridurre la quantità di articoli extra che un produttore di apparecchiature originali (OEM) deve produrre per servire i clienti nello spazio post-vendita. Questo, a sua volta, riduce i costi della catena di approvvigionamento e i tempi di consegna. Quando si tratta di portare questi componenti ai clienti in mare, i droni non hanno la stessa impronta di carbonio di altre opzioni di consegna, offrendo così una soluzione potenzialmente più sostenibile per la consegna parziale.

Il connettore del tubo dell’acqua di raffreddamento è stato prima testato per la garanzia della qualità dal quadro di garanzia della qualità approvato da DNV. DNV è la più grande società di classificazione al mondo ed è diventato il gruppo di riferimento per la certificazione e il test di parti stampate in 3D nel settore marittimo.

La parte è stata sviluppata dal consorzio Wilhelmsen Joint Industry Program on Additive Manufacturing di Singapore, che ha ricevuto finanziamenti dall’Autorità marittima e portuale di Singapore nell’ambito del suo Fondo per l’innovazione e la tecnologia marittima. Tra i membri del consorzio ci sono OEM come Wärtsilä, Kawasaki Heavy Industries e Hamworthy pumps, insieme a DNV, thyssenkrupp, Ivaldi Group e Tytus3D, nonché utenti finali che sono già coinvolti nel programma di stampa 3D di Wilhelmsen.

Wilhelmsen e thyssenkrupp intensificano la collaborazione con la joint venture per la stampa 3D del gruppo Wilhelmsen su Vimeo .

“La produzione additiva e su richiesta è un’opportunità unica per MMA Offshore e risolve molte delle sfide della catena di fornitura che incontriamo come operatori marittimi. La capacità di stampare e fornire parti di ricambio su richiesta si traduce in una catena di fornitura molto più efficace ed efficiente. MMA Offshore è un orgoglioso cliente del programma di stampa 3D di Wilhelmsen e thyssenkrupp e non vediamo l’ora di aumentare l’adozione di parti AM attraverso questa partnership in tutta la nostra flotta “, ha affermato Greg Reece, Direttore generale di Strategy & Innovation di MMA Offshore.

Kawasaki Heavy Industries è un membro importante e importante che adotta questo modello unico per la consegna dei pezzi di ricambio. Kawasaki, uno dei tre principali produttori dell’industria pesante giapponese, è un’azienda da 12 miliardi di dollari per fatturato che opera in numerosi settori oltre alla costruzione navale, come aerospaziale, motociclette, motori e militare.

“La produzione additiva offre chiari vantaggi in termini di prestazioni, tempi di consegna e consente una catena di fornitura più resiliente e più verde. Siamo orgogliosi di lavorare con la Wilhelmsen thyssenkrupp venture, leader del mercato AM per l’industria marittima. Il successo della produzione e della consegna ha stabilito una solida base per una futura collaborazione tra Kawasaki Heavy Industries e l’impresa Wilhelmsen thyssenkrupp “, ha affermato Atsushi Ogura, leader di AM Project Marine Machinery presso Kawasaki Heavy Industries.

Avendo già costituito un consorzio dedicato alla stampa 3D e alla consegna di ricambi nel settore marittimo, con Singapore la sede di questa collaborazione, i concorrenti dovranno costruire una rete consistente per competere con il gigante delle spedizioni. Chi potrebbe essere quel concorrente deve ancora essere determinato.

Be the first to comment on "Kawasaki Heavy Industries e il ricambio stampato in 3D spedito con un drone"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi