Kimya servizi di stampa 3D per l’industria ferroviaria

KIMYA 3D STAMPA PEZZI DI RICAMBIO PER L’INDUSTRIA FERROVIARIA CON FILAMENTI PEKK PERSONALIZZATI

Kimya , il braccio dei materiali di produzione additiva della società tecnologica ARMOR , continua a fornire servizi di stampa 3D per l’industria ferroviaria con il suo ultimo progetto.

Avendo bisogno di un componente di copertura protettiva sviluppato nel 1982, un fornitore ferroviario senza nome si è recentemente rivolto a Kimya per stampare in 3D un piccolo lotto della parte polimerica tramite il servizio di produzione Kimya Factory. Visto che lo stampo per il coperchio non esisteva più, i pezzi di ricambio dovevano essere riprogettati da zero prima della produzione. Utilizzando un filamento PEKK sviluppato internamente presso il centro di ricerca e sviluppo dell’azienda, Kimya Lab, il team è stato in grado di fornire le coperture protettive stampate in 3D con risparmi sui costi e tempi di consegna ridotti.

Pierre-Antoine Pluvinage, Direttore dello sviluppo aziendale presso Kimya, spiega: “La progettazione di uno stampo tradizionale avrebbe richiesto tempi di sviluppo più lunghi e avrebbe generato costi che potevano essere coperti solo producendo migliaia di parti. La Kimya Factory offre ai nostri partner un prodotto finito adatto allo scopo utilizzando i nostri materiali, il tutto in piccole tirature “.

Il progetto è iniziato inizialmente nel Kimya Lab, dove ARMOR ha offerto ai suoi clienti un filamento PEKK SC personalizzato. Il materiale è stato progettato per resistere a temperature elevate fino a 260 ° C, offrendo funzionalità ritardanti di fiamma, resistenza all’abrasione e persino resistenza chimica. In quanto tale, era la cosa giusta per soddisfare i rigorosi criteri di qualità del settore ferroviario e soddisfare in modo cruciale i requisiti di sicurezza antincendio e antifumo della norma EN45545.

Pluvinage aggiunge: “Questa collaborazione ci ha richiesto di soddisfare gli standard di certificazione del settore di attività dei nostri clienti. Questo è il motivo per cui abbiamo deciso di proporre il PEKK SC, un filamento proveniente direttamente dal Kimya Lab, il nostro centro di ricerca e sviluppo, in quanto soddisfa gli standard di fumo / fuoco specificati dal cliente. “

Senza un gemello digitale o uno stampo da utilizzare come riferimento, gli ingegneri della Kimya Factory furono costretti a lavorare con un unico piano cartaceo che avevano a disposizione. Nonostante la parte originale fosse realizzata in PVC, il team è stato in grado di stampare in 3D una serie di versioni di PEKK SC che sono riuscite con successo a utilizzarle.

Un portavoce del fornitore ha dichiarato: “Abbiamo confrontato diverse tecnologie per la produzione di queste parti in piccole quantità e la produzione additiva si è dimostrata la scelta giusta dal punto di vista economico, tecnico e del lead time. I test di assemblaggio condotti da ARMOR e la presentazione del file di qualità FAI hanno portato al completamento con successo dell’intero processo di accettazione della qualità per queste parti di produzione additiva. Solo la stampa 3D è stata in grado di soddisfare le nostre richieste con tale efficienza. “

A causa della complessità intrinseca dei gruppi meccanici che si trovano su treni e tram, la necessità di reperire pezzi di ricambio è fin troppo comune. Sfortunatamente, molti di questi componenti difettosi risalgono a decenni fa, il che significa che le loro linee di produzione potrebbero non essere più operative e l’esistenza di un file digitale corrispondente non è garantita. È in queste situazioni che la stampa 3D si è dimostrata una risorsa preziosa sia per la manutenzione che per gli aggiornamenti dei veicoli.

Proprio il mese scorso, l’azienda di trasporto pubblico Azienda Napoletana Mobilità (ANM) si è avvalso dell’aiuto della società di ingegneria italiana 3DnA per riprogettare componenti meccanici per la rete di autobus e tram di Napoli . L’azienda ha decodificato e stampato in 3D le “ teste dei carrelli ”, le parti che collegano ogni tram alle linee di alimentazione aerea della rete. Senza nessuno dei componenti disponibili sul mercato, la produzione tradizionale degli assiemi avrebbe comportato tempi di consegna di oltre un anno.

Altrove, la società tecnologica Siemens Mobility Services ha precedentemente utilizzato la tecnologia di stampa 3D FDM di OEM Stratasys per produrre pezzi di ricambio per le industrie ferroviarie tedesche e britanniche . L’anno scorso, la società ha anche annunciato che avrebbe ampliato le sue operazioni di manutenzione ferroviaria in Russia, dove da allora ha supportato i 13 treni Velaro ad alta velocità aggiuntivi che ha costruito per la compagnia ferroviaria RZD .

Be the first to comment on "Kimya servizi di stampa 3D per l’industria ferroviaria"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi