La stampa 3D aiuta ancora Ford con il rinnovamento della stazione centrale del Michigan

 è in corso dal 2018  poiché la casa automobilistica ha investito 350 milioni di dollari nel suo futuro campus per l’innovazione e la mobilità di 1,2 milioni di piedi quadrati, che alla fine ospiterà 5.000 dipendenti. Ford sta collaborando con Google per la ricerca sui veicoli autonomi e gli sforzi di formazione nello stesso sito, utilizzando anche la tecnologia di scansione 3D come parte del processo di ristrutturazione della struttura , che la casa automobilistica ha anche utilizzato di recente per trasformare i rifiuti in ricambi auto e produrre parti in modo autonomo . Ora, i team interfunzionali che aiutano a rifare la stazione centrale del Michigan stanno utilizzando la stampa 3D per ricreare anche alcuni dei dettagli più fini del sito.

Questi dettagli includono elementi in stile Beaux Arts dell’ex deposito ferroviario di 100 anni come rosoni e filigrana che adornano le finestre ad arco lungo i lati nord, est e ovest dell’edificio, nonché i pannelli del soffitto. Squadre tra cui ricerca e ingegneria avanzata, Ford Land, sviluppo della tecnologia di produzione e valutazione non distruttiva stanno collaborando, sfruttando la loro esperienza con la stampa 3D per riportare in vita i dettagli più fini del sito.

Tra il momento della chiusura della Michigan Central Station nel 1988 e quando Ford iniziò a ristrutturarla tre decenni dopo, molti di questi elementi originali erano stati rimossi, danneggiati o distrutti del tutto. Dopo aver utilizzato le foto dei pezzi originali, il team Blue Oval ha creato repliche utilizzando il reverse engineering e la tecnologia CAD e ha quindi potuto iniziare le sostituzioni della stampa 3D.

“Ford avrebbe potuto decidere di modernizzare semplicemente la Michigan Central Station, ma stanno facendo grandi sforzi per assicurarsi che questa cosa rifletta davvero l’aspetto e la sensazione di questo edificio all’interno e all’esterno”, ha affermato Harold Sears, leader tecnico della produzione additiva per la produzione. “Loro [le rosette e la filigrana] portano questo bellissimo elemento alle finestre. Questo aiuta a continuare quel linguaggio di design per tutto il tempo.

“Questo non è solo un progetto di ricerca e ingegneria avanzata, questo è un progetto collaborativo”, ha affermato Beverly Minicilli, ingegnere senior, lavorazione meccanica. “Abbiamo realizzato queste parti internamente: Ford ha realizzato queste parti. Parte della nostra spinta come azienda è portare le nuove tecnologie nelle applicazioni di produzione quando sono pronte e innovare sempre per trovare un modo migliore, più sostenibile e più sicuro per portare a compimento le cose. Portare la tecnologia moderna nel restauro di un edificio di oltre 100 anni è poetico. È una cosa bellissima che potremmo fare per questo punto di riferimento inestimabile”.

Presto ne avremo altre sulla stazione centrale del Michigan, quindi assicurati  di iscriverti  a  Ford Authority  per una copertura continua di  notizie Ford  .

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi