Università di Aalen: il sistema di produzione additiva consente le nanostrutture
 
Presso il Center for Optical Technologies (ZOT) dell’Università di Aalen, viene svolta un’intensa attività di ricerca sulla ricerca additiva. Il focus è sulla produzione additiva di elementi ottici come le lenti. Il finanziamento ora ricevuto dalla Fondazione tedesca per la ricerca (DFG) consente a ZOT di espandere le sue attività di ricerca per la produzione e l’analisi di microstrutture otticamente attive per includere le nanostrutture.

Al Center for Optical Technologies (ZOT) la produzione additiva per applicazioni ottiche è un elemento essenziale del profilo. Qui vengono continuamente sviluppate nuove tecnologie e processi. Per fare ciò, l’infrastruttura del dispositivo deve essere aggiornata. Quest’anno la Fondazione tedesca per la ricerca (DFG) ha introdotto un nuovo programma di finanziamento per le università di scienze applicate. L’obiettivo del programma è dare un ulteriore impulso significativo alle attività di ricerca esistenti ad alto livello. Questo viene fatto fornendo fondi per le attrezzature scientifiche, per il personale che le gestisce e altre misure.

Dura concorrenza tra le università
Ogni università può presentare una sola domanda. 72 domande sono state sottoposte al rigoroso processo di revisione della DFG. Alla fine sono stati selezionati 16 progetti per il finanziamento, tra cui l’Università di Aalen, che riceverà circa 1,2 milioni di euro. Prof. Dott. Andreas Heinrich, leader del gruppo di lavoro presso ZOT, coordinatore del corso del corso “Ingegneria ottica” e ricercatore attivo nella rete SmartPro, è soddisfatto: “Per l’ulteriore sviluppo strategico dello ZOT è imperativo che espandiamo la nostra ricerca al nanomondo per includere ulteriori domande scientifiche per poter affrontare l’influenza della luce attraverso le nanostrutture. Siamo quindi contenti del finanziamento, che ci fornisce le attrezzature e il personale necessari”.

Nuove apparecchiature per la stampa e l’analisi 3D
Il nuovo sistema di produzione additiva colma una lacuna nelle apparecchiature esistenti presso lo ZOT. Si basa sulla polimerizzazione a 2 fotoni con una risoluzione della struttura nell’intervallo dei nanometri a tre cifre. Tale risoluzione è necessaria per componenti ottici prodotti in modo additivo, poiché la lunghezza d’onda della luce visibile è in questo ordine di grandezza. Un punto essenziale è esaminare le strutture prodotte in stampa 3D per valutarne la qualità e poter affinare i metodi. Pertanto, il DFG sta anche finanziando un nuovo microscopio elettronico a scansione con il quale possono essere analizzate strutture nella gamma dei nanometri inferiori. Prof. Dott. Rainer Börret, preside della Facoltà di ottica e meccatronica e anche leader del gruppo di lavoro presso ZOT: “Con le grandi attrezzature che abbiamo acquisito, ora è possibile per noi per stampare superfici curve con strutture con dimensioni da nanometri a micrometri a millimetri. Ciò offre agli studenti e ai ricercatori dell’Università di Aalen un’opportunità unica in Germania per contribuire all’ulteriore sviluppo della produzione additiva”.

Vantaggi della piattaforma di produzione additiva
I nuovi dispositivi sono un’eccellente aggiunta alla piattaforma per le tecnologie additive, che è stata istituita come parte della partnership SmartPro dell’università dall’estate 2021. La piattaforma supporta un’ampia varietà di applicazioni nei settori dei convertitori di energia, dell’accumulo di energia e delle costruzioni leggere. Stiamo lavorando con metodi additivi non solo su lenti per LED, ma anche su magneti per futuri motori elettrici o strutture leggere innovative, sempre con in mente l’efficienza energetica e delle risorse. I ricercatori SmartPro Heinrich e Börret concordano: “L’espansione dell’infrastruttura di ricerca dello ZOT non andrà solo a vantaggio di noi, ma anche dei nostri partner di cooperazione SmartPro della scienza e dell’economia regionale”.

 

 

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi