LIGHTWAY HA SVILUPPATO UN COMPONENTE PER RWE IN CONFORMITÀ CON LA DIRETTIVA SULLE APPARECCHIATURE A PRESSIONE
 

stampa 3d in metallo come metodo di riparazione

Il fatto che la produzione additiva può fare molto di più dei metodi di produzione convenzionali è stato dimostrato ancora una volta con successo da noi di LIGHTWAY per RWE Power presso la sede di Neurath. Il nostro compito era sviluppare un nuovo pezzo di ricambio per una centrale elettrica a carbone conforme alla Direttiva sulle apparecchiature a pressione e completamente testato dal TÜV.

 

Contesto del processo di riparazione innovativo

In passato, la centrale a carbone di RWE Power a Neurath è stata ripetutamente danneggiata da raccordi nelle pareti della membrana, la cui riparazione di solito portava a una chiusura dell’impianto di due o tre giorni. Le complesse geometrie in quest’area delle pareti della membrana e l’elevato livello di sollecitazioni interne causate dall’assemblaggio, nonché le sollecitazioni aggiuntive che si verificano durante la saldatura, hanno reso più difficili anche le riparazioni convenzionali. Per evitare una completa riconversione della costruzione della caldaia in quest’area, sono state ricercate soluzioni nuove e innovative. Mentre la centrale elettrica di Neurath conosceva già la stampa 3D di parti in plastica difficili da reperire, Michael Göres, project manager di RWE Power, sottolinea che la produzione di componenti a pressione in acciaio prodotti additivamente è un nuovo “mondo”. Stephan Kuhlen,

 

Dall’idea al parere dell’esperto

A seguito di uno studio di fattibilità condotto insieme al laboratorio dei materiali TÜV Rheinland, LIGHTWAY è stata scelta come fornitore di servizi di stampa perché la nostra vasta esperienza come fornitore di servizi completi copre l’intera gamma di servizi: dallo sviluppo di materiali e processi al componente completamente testato, comprese tutte le fasi di produzione. In collaborazione con RWE e TÜV Rheinland, LIGHTWAY ha sviluppato l’intero processo di produzione in conformità con la Direttiva sulle apparecchiature a pressione.

“Abbiamo proceduto passo dopo passo nella qualifica”, afferma Michael Göres, “con l'”obiettivo finale” di far produrre i componenti richiesti dopo aver superato con successo i test in laboratorio”. L’intero processo, che è stato completamente accompagnato e implementato da LIGHTWAY – dalla creazione del concetto allo sviluppo e alla produzione – è stato monitorato e verificato dall’organismo di monitoraggio approvato (ZÜS) di TÜV Rheinland. Oltre alla garanzia della qualità delle macchine, dei materiali e dell’intero processo di produzione, la ZÜS ha dovuto anche confermare la lavorazione di saldatura di un componente stampato rispetto ai tubi e alle lamiere convenzionali.
 

 

Sviluppo dei parametri di fusione da parte di LIGHTWAY

“L’approvvigionamento della polvere d’acciaio per la fusione utilizzando un laser, noto come Selective Laser Melting (SLM), all’inizio ci ha causato qualche mal di testa”, afferma il dott. Ansgar Kranz, project manager di TÜV Rheinland. Poiché non esiste una polvere certificata nel campo degli acciai per centrali elettriche, abbiamo prima fatto eseguire a LIGHTWAY una speciale atomizzazione per il materiale target, la cui idoneità è stata poi verificata con metodi chimici e ottici nella fase successiva. Nel successivo studio dei parametri, i parametri laser SLM ottimali da noi sviluppati sono stati esaminati utilizzando diversi campioni nel laboratorio TÜV Rheinland. “È qui che l’esperienza di LIGHTWAY con attrezzature a pressione realizzate con materiali in acciaio utilizzando il processo SLM è tornata utile”, afferma Michael Göres. In primo luogo, sono stati stampati campioni di materiale semplice, che sono stati testati in modo distruttivo nel laboratorio TÜV.

 

RWE Power ringrazia LIGHTWAY

Nella primavera del 2021, tutti i partner del progetto sono stati finalmente in grado di determinare la producibilità dei componenti di pressione prodotti in modo additivo e la loro capacità di essere saldati ai tubi convenzionali. Prima dell’installazione da parte di RWE nella centrale di Neurath, i due componenti sono stati infine esaminati mediante tomografia computerizzata. I componenti funzionano senza problemi da luglio 2021. Alla fine del 2021, RWE ha determinato il successo della misura per le operazioni e ha ringraziato i suoi partner LIGHTWAY e TÜV Rheinland per l’attuazione competente di questo progetto innovativo. Una misura che non sarebbe stata possibile senza LIGHTWAY. RWE sta attualmente valutando la misura in cui ulteriori misure di riparazione possono portare a un funzionamento migliore attraverso componenti 3D ottimizzati. 

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi