Nano Dimension acquisisce Nanofabrica

Nano Dimension, produttore di stampanti 3D e specialista di elettronica prodotta in modo additivo (AME), ha concluso un accordo definitivo per acquisire Nanofabrica , uno sviluppatore di tecnologie di stampa 3D di precisione.

In base all’accordo, Nano Dimension pagherà agli azionisti di Nanofabrica un importo non confermato compreso tra $ 54,9 milioni e $ 59,4 milioni.

La mossa vedrà la tecnologia di stampa 3D micro-meccanica di Nanofabrica integrata nelle macchine di Nano Dimension per far avanzare la stampa 3D di dispositivi elettronici ad alte prestazioni (Hi-PED) di precisione, insieme alla costruzione di un’intelligenza artificiale (AI) e di apprendimento automatico (ML) “Applicazione di fabbricazione digitale distribuita”.

“Nanofabrica si adatta ai mercati target dei produttori di apparecchiature originali verticali (OEM) di Nano Dimension, e come tale sarà sfruttato dai canali di distribuzione e dagli sforzi di go-to-market di entrambi”, ha affermato Yoav Stern, CEO di Nano Dimension. “Parallelamente, la nostra visione comune è fondere le tecnologie delle nostre macchine di fabbricazione 3D microelettronica per Hi-PED con la stampa 3D micro-meccanica di Nanofabrica.

“IL FUTURO DEGLI HI-PED E DEI CIRCUITI STAMPATI MINIATURIZZATI AD ALTE PRESTAZIONI (PCB) È INTRECCIATO CON LE APPLICAZIONI DI STAMPA MICRO-MECCANICA PER ADATTARE L’ADAGIO ‘LA PROSSIMA GRANDE COSA È PICCOLA”.

Dalla sua fondazione nel 2016, Nanofabrica è diventata leader nel settore della produzione additiva su microscala con la sua tecnologia di stampa 3D su microscala proprietaria. Il processo brevettato dell’azienda si basa su un motore DLP ( Digital Light Processing ) e Adaptive Optics (AO), una tecnologia utilizzata per migliorare le distorsioni dell’immagine in dispositivi ottici come i telescopi.

La tecnologia Micro Adaptive Projection produce parti stampate in 3D con livelli di risoluzione e finiture superficiali micron e sub-micron per applicazioni nei settori aerospaziale, aeronautico, elettronico di fascia alta, automobilistico e medico, tra gli altri.

Nanofabrica ha commercializzato la sua tecnologia nel 2019 con il lancio delle sue stampanti 3D industriali con risoluzione a livello di micron, il sistema di officina e il sistema industriale. La commercializzazione è stata ulteriormente supportata quell’anno dal programma Siemens Dynamo , che mira a fungere da veicolo di commercializzazione per le startup con Siemens ei suoi clienti.

Nel maggio dello scorso anno, Nanofabrica ha raccolto 4 milioni di dollari in un round di finanziamento guidato dal braccio di rischio di Microsoft M12 e dai venture capitalist NextLeap Ventures per promuovere i suoi obiettivi di ricerca e sviluppo e aumentare le sue vendite.

Il sistema di produzione additiva Tera 250 , fiore all’occhiello dell’azienda, è progettato per produrre due diversi tipi di parti: micro-parti e parti più grandi con micro-caratteristiche. Il Tera 250 funziona su un light engine micro-DLP ed è in grado di raggiungere una risoluzione di un micron su un volume di costruzione (relativamente) considerevole che misura 50 x 50 x 100 mm.

Il sistema è adatto per applicazioni personalizzate in micro-ottica, microelettronica, microfluidica e scienze della vita, inclusi involucri elettronici, micromolle e impianti medici e dispositivi chirurgici su piccola scala e mininvasivi.

Le applicazioni ad alta precisione della tecnologia di Nanofabrica si sovrappongono ai mercati tipici in cui opera Nano Dimension, come aerospaziale, aviazione, elettronica di fascia alta, medicale, ottica, ricerca e altro ancora.

Attraverso l’acquisizione di Nanofabrica, Nano Dimension unirà la tecnologia e le capacità dell’azienda con le proprie stampanti 3D microelettroniche al fine di formare una “applicazione di fabbricazione digitale distribuita” per consentire il controllo digitale dell’intera catena di fornitura per gli AME.

“Le macchine di Nanofabrica si adattano al quadro più ampio della visione di Nano Dimension, mirando a stabilire soluzioni Industry 4.0, che comportano la creazione di un’applicazione di fabbricazione digitale distribuita AI / ML piuttosto che la semplice costruzione di macchine come apparecchiature di capitale”, ha affermato Stern. “L’applicazione di fabbricazione elettronica distribuita AI / ML / DL” sarà fornita da dispositivi periferici aggiuntivi sotto forma di sistemi di micro stampa 3D di Nanofabrica “.

Secondo Stern, l’obiettivo finale della piattaforma è quello di essere in grado di mantenere un inventario di dispositivi PCB di fascia alta, parti micro-meccaniche e Hi-PED in formato digitale. Ciò consentirà agli utenti di stampare queste parti quando e dove ne hanno bisogno, mantenendo la qualità e ottenendo “la massima resa e produttività possibile per quel momento”.

L’accordo tra le due società vedrà Nano Dimension pagare agli azionisti di Nanofabrica un importo compreso tra $ 54,9 milioni e $ 59,4 milioni, con tra $ 23 milioni e $ 27,5 milioni da pagare in contanti, a seconda che Nanofabrica soddisfi determinati traguardi di performance.

Circa 32 milioni di dollari del totale saranno offerti in American Depositary Shares (ASD) – azioni emesse da banche o broker americani come forma di titolo azionario per semplificare gli investimenti esteri per gli investitori americani – di cui circa il 30 percento non può essere venduto per periodi diversi. a 24 mesi dalla chiusura della transazione.

Inoltre, alcuni pagamenti in contanti saranno basati sui ricavi di Nanofabrica e sulla performance del margine lordo nei prossimi 12 mesi.

Gli scienziati e gli ingegneri di Nanofabrica dovrebbero unirsi a Nano Dimension insieme ai due fondatori dell’azienda, Jon Donner ed Eyal Shelef. Donner, che diventerà Direttore Generale della divisione Nanofabrica di Nano Dimension, ritiene che l’acquisizione sia una giornata entusiasmante non solo per Nanofabrica ma anche per il più ampio campo della produzione di precisione.

“Abbiamo deciso di trasformare questa tradizionale industria analogica non rispettosa dell’ambiente e, unendoci al leader del segmento, Nano Dimension, saremo in grado di adempiere alla nostra dichiarazione di missione molto più velocemente e in modo più elaborato”, ha affermato.

Secondo Donner, combinando le capacità avanzate del deep learning con i sistemi di produzione di Nanofabrica si spera che migliori la velocità di stampa di cinque volte e la resa di 20 volte.

“D’ora in poi, integrando la nostra capacità di miniaturizzazione ultra precisa con gli Hi-PED di Nano Dimension, diventeremo un potere di trasformazione nei nostri mercati verticali”, ha continuato. “L’offerta combinata di Nano Dimension-Nanofabrica aumenterà notevolmente il numero di applicazioni che possono essere rilevanti per la produzione di massa sulla nostra rete neurale pianificata di sistemi di produzione digitale”.

Be the first to comment on "Nano Dimension acquisisce Nanofabrica"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi