Per poter produrre l’auto d’epoca Lotus 62-2 come richiesto, la casa automobilistica britannica Radford ha ottenuto il supporto del produttore di stampanti 3D statunitense Stratasys. Lo stesso Radford è stato recentemente rianimato dall’ex campione del mondo di F1 Jenson Button e da allora produce veicoli unici, utilizzando la stampante 3D sempre più frequentemente.
 
La casa automobilistica britannica H. Radford (Coachbuilders) Ltd. , che produceva carrozzerie speciali per Rolls-Royce, Bentley e Aston Martin fino al 1975, è stata recentemente rianimata dall’ex campione del mondo di F1 Jenson Button e da altri concorrenti. Ora l’azienda ha presentato il suo primo veicolo in edizione limitata: la Lotus Type 62-2 e la Radford Type 62-2. Si tratta di una versione rivista della Lotus Type 62 costruita nel 1969. Di questa nuova versione devono essere prodotte solo 62 copie, e questo secondo le esigenti specifiche richieste dai singoli acquirenti.

Con la necessità di assistenza nella produzione di una serie così piccola, Radford si è rivolta a Stratasys Direct Manufacturing per ordinare loro di stampare in 3D oltre 500 parti per ogni veicolo. È quanto riporta la rivista online “3D Printing Media Network”. Tuttavia, vengono fornite poche informazioni sulla stampa 3D e sulle parti stampate. Molte caratteristiche e proprietà sono già state pubblicate per il veicolo stesso, che vengono presentate di seguito.

La stessa Lotus non solo fornisce l’ispirazione per il design, ma supporta anche Radford nella costruzione del Tipo 62-2. Ogni singolo veicolo è progettato secondo il gusto individuale del futuro proprietario. Si ritiene che ci sia così tanto spazio per la personalizzazione che ogni copia è unica.

 
Con la Lotus Type 62-2 si presta grande attenzione al risparmio di peso. Ciò si ottiene principalmente attraverso un telaio in alluminio e un corpo in fibra di carbonio. Questa combinazione farà sì che l’auto sia al di sotto di un peso target di 2.204 libbre (poco meno di 1.000 chilogrammi).

Il design ha tutte le caratteristiche della Type 62 originale, inclusi alcuni elementi di un’auto da corsa d’epoca dell’epoca. Tutte le Lotus Type 62-2 sono dotate di un motore V6 sovralimentato da 3,5 litri. Tuttavia, le sue prestazioni dipenderanno dalla variante di equipaggiamento. La versione Classic ha 430 CV, l’equipaggiamento Gold Leaf, di cui sono offerti solo 12 esemplari, dovrebbe raggiungere una potenza di 500 CV. Radford ha anche annunciato una versione JPS che può raggiungere fino a 600 CV con un compressore aggiornato.

L’ex campione del mondo di Formula 1, Jenson Button, è stato direttamente coinvolto nello sviluppo della dinamica di guida. Mark Stubbs ha progettato il veicolo. Insieme al presentatore televisivo e meccanico d’auto Ant Anstead e all’uomo d’affari Roger Behle, sono co-fondatori della rinata casa automobilistica

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi