Sauber Engineering AG punta sul mercato della stampa 3d dei pezzi di ricambi per auto d’epoca

SAUBER ATTINGE ALL’ESPERIENZA DELLA FORMULA 1 PER STAMPARE IN 3D PEZZI DI RICAMBIO PER AUTO D’EPOCA

 
Sauber Engineering AG , una divisione dello storico team di motorsport Sauber Group , ha dichiarato a Metal AM che intende creare un’attività di stampa 3D per la produzione di pezzi di ricambio per auto d’epoca su richiesta. 

Sfruttando le conoscenze acquisite dai suoi 28 anni di esperienza come team di Formula 1, Sauber Engineering sta ora cercando di creare un servizio che offra il reverse engineering e la stampa di pezzi di ricambio per veicoli storici. La nuova impresa è progettata per soddisfare le esigenze degli appassionati di automobili d’epoca, i cui beni preziosi richiedono riparazioni, ma non possono più fare affidamento sul supporto post-vendita di fornitori nativi. 

“In Sauber, abbiamo una vasta conoscenza e comprensione dell’ingegneria automobilistica”, ha affermato Christoph Hansen, Direttore Technology & Innovation di Sauber Engineering. “Unisci questo con la nostra esperienza in AM per componenti di F1 ad alte prestazioni e possiamo offrire al settore dei veicoli storici qualcosa di unico: uno sportello unico per sostituire componenti rotti o danneggiati che altrimenti significherebbero la fine per quella vettura”.

“ORA POSSIAMO OFFRIRE AL PROPRIETARIO DI UN’AUTO CLASSICA UNA GAMMA DI OPZIONI, DA SEMPLICI COPERTURE IN PLASTICA FINO A SCATOLE DEL CAMBIO COMPLETE O PARTI DEL MOTORE”.

Il patrimonio motoristico di Sauber 

Da quando è stata fondata nel 1970, Sauber ha costruito una storia leggendaria di successi nel motorsport, in cui ha riportato il nome Silver Arrows in pista e ha vinto la 24 ore di Le Mans. Anche il team di F1 della Sauber ha preso parte a questo sport ininterrottamente dal 1993, portando a casa 865 punti, e continua a correre sotto la bandiera dell’Alfa Romeo Racing ORLEN fino ad oggi. 

Negli ultimi tre anni, la partnership di Sauber con Alfa Romeo l’ ha vista integrare costantemente parti prodotte con additivi nelle sue auto da corsa. Nel 2020, l’edizione “C39” del team presentava 143 parti stampate in 3D, ma ora è stata aumentata a 304 per la “C41” di questa stagione, in un processo che si stima abbia ridotto il loro costo del 90%. 

I componenti stessi sono stati costruiti utilizzando le macchine di Additive Industries presso il Metal 3D Printing Competence Center di Sauber, che ora ospita 13 sistemi che producono 22.000 parti ogni anno. Sfruttando le sue crescenti capacità AM, inclusi tre nuovi sistemi di post-elaborazione AM Solutions S1 , Sauber sta ora cercando di applicare la sua esperienza in F1 altrove, nel restauro di classici automobilistici senza tempo. 

 

In vista del lancio del suo nuovo servizio, che offrirà ai clienti di tutto, dalle coperture stampate in 3D alle parti del motore, Sauber è già stata sfidata a creare un alloggiamento del cambio per una classica Ferrari 340 America Barchetta. Montato di serie sull’asse posteriore dell’auto, il componente rotto non poteva più essere sostituito a causa della sua assoluta rarità, mentre la sua età significava che nemmeno i suoi schemi potevano essere reperiti. 

“Il cambio è stato gravemente danneggiato e si è spaccato sulla carcassa”, ha spiegato Hansen. “La nostra unica opzione era quella di decodificare l’alloggiamento, che prevedeva una scansione 3D completa della struttura e quindi l’ottimizzazione del file CAD per produrre un progetto che potesse essere prodotto in modo additivo”. 

Durante il processo di reverse engineering, il team di Sauber Engineering ha sfruttato la propria vasta esperienza nel settore automobilistico per costruire un cambio riprogettato, che non solo presentava le tolleranze integrate necessarie per la funzionalità di utilizzo finale, ma era in definitiva in grado di superare l’originale. 

Costruito utilizzando una stampante 3D Additive Industries MetalFAB1 presso lo stabilimento di Zurigo di Sauber Engineering, il componente in alluminio risultante ha richiesto circa cinque giorni per essere prodotto. Una volta stampata, la parte è stata sottoposta a post-elaborazione e rigorosi test, durante i quali si è rivelata più leggera e più resistente rispetto al suo autentico predecessore prodotto dalla Ferrari. 

“Il nostro obiettivo con la nuova attività di ricambi per auto storiche di Sauber è mantenere vivi questi vecchi classici, sulla strada e utilizzati per ciò per cui sono stati progettati”, ha concluso Jonathan Herzog, responsabile della gestione dei progetti e delle vendite di Sauber. “Utilizzando la tecnologia di oggi possiamo raggiungere questo obiettivo, assicurando che queste auto storiche importanti e tanto amate non scompaiano”.

Be the first to comment on "Sauber Engineering AG punta sul mercato della stampa 3d dei pezzi di ricambi per auto d’epoca"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi