Shining 3D rilascia la versione ExScan 3.6

Shining 3D ha rilasciato una nuova versione del software di scansione 3D per i dispositivi EinScan, la versione 3.6.

Il software viene utilizzato per guidare lo scanner 3D palmare, che è essenzialmente una fotocamera senza il software. Un laptop vicino è il metodo di connessione usuale, poiché lo schermo del laptop può mostrare all’operatore cosa sta succedendo in ogni fase del lavoro di scansione.

Nella nuova versione è presente un aggiornamento importante, che ha a che fare con l’elaborazione del target. La versione 3.6 ora consente l’uso della modalità HD durante le operazioni di scansione del target.

Per coloro che non hanno familiarità con la scansione 3D, ci sono diversi approcci che possono essere utilizzati, tra cui luce strutturata, raggio laser e modalità target.

Gli obiettivi sono piuttosto interessanti, in quanto possono rendere il lavoro di scansione 3D un po ‘più semplice.

Il problema con gli scanner 3D portatili è che devono in qualche modo interpretare i segnali dai loro sensori in un modello 3D approssimativo durante la scansione. Questo per consentire all’operatore una certa visibilità sull’andamento della scansione: ad esempio, la scansione ha coperto tutte le parti del soggetto?

Ma questa interpretazione richiede che il sistema di scansione identifichi la posizione corrente dello scanner nello spazio 3D e il suo orientamento. Ciò può essere molto impegnativo data l’ambiguità di alcuni argomenti.

Questo problema viene risolto utilizzando bersagli, che sono “punti” altamente riflettenti che vengono posizionati sopra e intorno al soggetto. Questi diventano un modello univoco che il sistema di scansione può riconoscere durante il lavoro di scansione. Ciò significa che se lo scanner viene ruotato accidentalmente in modo da perdere traccia della sua posizione 3D, può ripristinarlo una volta che vede di nuovo il modello di destinazione familiare. Nella scansione senza target, la perdita di posizione di solito significa che la scansione è terminata e hai fallito miseramente.

Questo processo è magnificamente dimostrato in questo affascinante video di Shining 3D, dove tentano di scansionare in 3D un oggetto molto sottile, normalmente un compito piuttosto impegnativo.

Guarda attentamente come il dimostratore mostra il metodo molto complicato per tenere traccia dell’oggetto mentre si passa da un lato all’altro dell’oggetto sottile. Il trucco sembra essere quello di posizionare i bersagli sulla superficie piana del tavolo su cui si trova l’oggetto soggetto.

Questi obiettivi consentono quindi allo scanner di mantenere il tracciamento anche se l’oggetto del soggetto è quasi invisibile quando viene visualizzato sul bordo.

La scansione 3D portatile è un’attività complicata e spesso può essere frustrante per gli operatori alle prime armi. Tuttavia, è possibile imparare molti trucchi che consentono una scansione 3D relativamente semplice e continua, come mostrato in questo interessante video.

Be the first to comment on "Shining 3D rilascia la versione ExScan 3.6"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi