Ultimaker ha donato più di 20 stampanti 3D alle scuole superiori americane

Ultimaker fornisce stampanti 3D alle scuole superiori nel tentativo di aumentare le opportunità di imprenditorialità per le giovani donne

Ultimaker ha donato più di 20 stampanti 3D alle scuole superiori americane nel tentativo di aumentare la consapevolezza e aumentare le opportunità di imprenditorialità per le giovani donne nella tecnologia di stampa 3D.

L’azienda ha effettuato la donazione attraverso il programma di sensibilizzazione nazionale Additive Edge in collaborazione con America Makes .

Annunciate in occasione della Giornata internazionale della donna all’inizio di questa settimana, le stampanti Ultimaker saranno distribuite alle scuole secondarie che reclutano con successo studentesse in corsi di produzione additiva. Ultimaker sta collaborando con America Makes per aprire opportunità alle donne nel settore della produzione additiva in cui, secondo l’ Additive Manufacturing Salary Survey del 2019 , solo il 13% degli ingegneri sono donne. Le organizzazioni ritengono improbabile che questa cifra possa cambiare senza uno “sforzo coordinato” da parte di aziende, organizzazioni civiche e istituzioni educative.

“Siamo appassionati di realizzare stampanti 3D professionali, software, materiali e servizi che siano versatili e facili da usare per tutti”, ha commentato Greg Elfering, Presidente di Ultimaker Americas. “Ma ancora più importante, vogliamo aggiungere valore sostenibile come azienda e promuovere un ambiente di equità che consenta alla prossima generazione di ingegneri donne di sfruttare la stampa 3D e risolvere le sfide mondiali con la produzione additiva. Insieme possiamo realizzarlo. “

Ultimaker ha già effettuato una donazione simile di stampanti per supportare la campagna nazionale #MakerGirlGoesMobile di MakerGirl che conduce sessioni di stampa 3D per ragazze in comunità rurali e svantaggiate. Collaborando con America Makes, l’azienda ha rafforzato il suo impegno a sostenere il perseguimento da parte di giovani donne di carriere nel campo della scienza, della tecnologia, dell’ingegneria e della matematica.

“Siamo lieti che Ultimaker abbia fornito la sua tecnologia di stampa 3D – una risorsa fondamentale di cui abbiamo bisogno per aumentare la rappresentanza delle donne in entrambi i campi tecnici e ingegneristici – in particolare la produzione additiva”, ha aggiunto Josh Cramer, direttore dell’istruzione e della forza lavoro presso America Makes. “Riteniamo che l’aumento del numero di donne che intraprendono questo tipo di carriera non solo porterà benefici all’industria degli additivi, ma a tutta la produzione”.

Be the first to comment on "Ultimaker ha donato più di 20 stampanti 3D alle scuole superiori americane"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi