Weerg aiuta i fisici a rintracciare il misterioso neutrino con la stampa 3D producendo parti per KM3NeT l’installazione di ricerca sottomarina di NIKHEF

Il centro di ricerca NIKHEF collabora con il fornitore di servizi di stampa 3D Weerg
Il servizio di stampa 3D Weerg sta producendo parti per KM3NeT, un’installazione di ricerca sottomarina. che aiuterà gli scienziati a conoscere i misteri della particella del neutrino.

NIKHEF, l’Istituto nazionale di fisica subatomica, è un centro di ricerca olandese fondato nel 1975. Lo sponsor è la società olandese Stichting voor Fundamenteel Onderzoek der Materie (fondata nel 1946), l’Università di Amsterdam, la Libera Università di Amsterdam, l’Università di Utrecht e l’Università di Nijmegen.

Scienziati di tutto il mondo lavorano con NIKHEF e conducono ricerche che si concentrano da un lato sul comportamento delle particelle elementari negli esperimenti controllati e dall’altro sull’osservazione delle particelle che arrivano sulla Terra dall’universo. È così che è nato il progetto internazionale KM3NeT (acronimo di Cubic Kilometer Neutrino Telescope), un’infrastruttura di ricerca che ospita telescopi per neutrini di nuova generazione con una dimensione totale di oltre un chilometro cubo.

Installato nelle profondità del Mediterraneo, KM3NeT aprirà una nuova finestra sul nostro universo e aiuterà anche a studiare le proprietà delle particelle di neutrini sfuggenti. Studiando i neutrini, reso possibile dalla tecnologia avanzata di KM3NeT, i ricercatori sperano di scoprire da dove provengono i raggi cosmici e come funzionano gli acceleratori di particelle nell’universo. Nello specifico, gli scienziati della rete di ricerca internazionale cercheranno neutrini provenienti da sorgenti astrofisiche distanti come supernove, raggi gamma o stelle in collisione. Ciò è reso possibile dalle migliaia di sensori ottici di KM3NeT, che rilevano la luce debole delle particelle cariche nel mare profondo che provengono dalle collisioni di neutrini con la terra.

KM3NeT è costituito da moduli ottici digitali (DOM). Sfere di vetro delle dimensioni di un pallone da calcio riempite con 31 fototubi ancorate in centinaia di file lunghe circa un chilometro sul fondo del mare.

È qui che entra in gioco l’ azienda Weerg , alla quale NIKHEF si è rivolta per produrre una parte essenziale dei DOM. Si tratta di semisfere larghe 380 mm che il fornitore di servizi italiano produce utilizzando la tecnologia di stampa 3D HP Multi Jet Fusion 5210.

“Il primo ordine è arrivato circa due anni fa e da allora la collaborazione è continuata costantemente, anche con tirature sempre maggiori”, afferma Francesco Zanardo, Amministratore Delegato di Weerg. “Finora abbiamo prodotto circa 300 di queste sfere, che hanno la particolarità di avere la dimensione massima che può essere stampata con i sistemi HP”.

Gli ordini vengono ricevuti regolarmente da NIKHEF e dai suoi partner europei. Oltre alle sfere, sono stati stampati in 3D anche numerosi componenti più piccoli, anche per il progetto KM3NeT.

Be the first to comment on "Weerg aiuta i fisici a rintracciare il misterioso neutrino con la stampa 3D producendo parti per KM3NeT l’installazione di ricerca sottomarina di NIKHEF"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi