Patch idrogel coassiale con stampa 3D che si dice possa migliorare il trattamento del cancro
 
Un team internazionale di ricercatori ha lavorato insieme alla stampa 3D di cerotti coassiali in idrogel per consentire un trattamento del cancro migliore e più efficiente. Il suo obiettivo era anche quello di ridurre i requisiti di dosaggio elevato e gli effetti collaterali. Presenteremo i risultati della ricerca una volta.
 
I ricercatori hanno cercato a lungo una soluzione adeguata per sostituire la tradizionale somministrazione sistemica di farmaci nel trattamento del cancro. Questo è spesso associato a un fabbisogno di dosi elevate, basso assorbimento ed effetti collaterali. Lo stadio e il tipo di cancro svolgono un ruolo importante nel trattamento del cancro. Il trattamento consiste nel ridurre le cellule tumorali inoperabili per renderle operabili. La crescita del tumore dopo la resezione chirurgica deve essere prevenuta e le cellule tumorali circolanti nella circolazione periferica devono essere eliminate nei pazienti con metastasi.

Un team internazionale di ricercatori ha ora studiato l’uso di cerotti idrogel prodotti con la stampa 3D , con cui il farmaco viene consegnato localmente al sito del tumore e gli effetti collaterali sono significativamente ridotti. Hanno scritto il loro lavoro sulla rivista di settore Polymers con il titolo ” Patch di idrogel coassiali stampati in 3D con elementi ispirati alle cozze per il rilascio prolungato di gemcitabina “.

Dettagli sui cerotti in idrogel stampati in 3D
Con l’aiuto di speciali stampanti 3D , i ricercatori sono in grado di costruire strutture geometricamente complesse e lavorare con molti biopolimeri come polimeri termoplastici idrofobici come PCL e PLA con idrogel idrofili (come alginato, chitosano e gelatina). I ricercatori hanno stampato in 3D un cerotto idrogel coassiale unico e hanno creato una piattaforma per la somministrazione continua di gemcitabina (un farmaco chemioterapico). Il centro di questi cerotti conteneva un metacrilato di alginato modificato con dopamina riempito con gemcitabina, mentre il guscio era costituito interamente da metacrilato di alginato.

 
Con un reticolante CaCO 3 e un rivestimento in PLA, hanno modificato il cerotto per un rilascio ritardato del farmaco. Sono stati esaminati la struttura microstrutturale, il comportamento a trazione in situazioni statiche e dinamiche (prove meccaniche o dinamico-meccaniche) e il comportamento al rigonfiamento degli intonaci prodotti.

Test di efficacia
L’efficacia antitumorale dei cerotti è stata testata contro il tessuto canceroso del pancreas, in vitro e in vivo. Il metodo proposto per il rilascio prolungato di gemcitabina dai cerotti idrogel stampati in 3D si è rivelato efficace. Con ulteriori miglioramenti, questi cerotti potrebbero essere utilizzati come terapia neoadiuvante o adiuvante nei pazienti oncologici.

Il pattern di rilascio pulsante si è dimostrato una terapia efficace. I cerotti rivestiti con PLA stampati in 3D potrebbero essere utilizzati come impianti biocompatibili per la somministrazione locale di ulteriori farmaci chemioterapici in siti malati per ridurre i tumori o prevenire le recidive dopo un’escissione.

In ulteriori indagini, i ricercatori possono utilizzare altri tipi di rivestimento, poiché il rivestimento in PLA ha portato a una riduzione ottimale del gonfiore dei cerotti. Per ottenere risultati ancora migliori per i cerotti idrogel stampati in 3D, il reticolante CaCO 3 potrebbe essere modificato

 

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi