I Marines e la riparazione dei volanti difettosi

Marine utilizza la stampa 3D per sviluppare il proprio strumento per rimuovere i volanti difettosi e può quindi ridurre significativamente i tempi di riparazione dei suoi veicoli
 
Quando i Marines effettuano la manutenzione dei loro veicoli, che spesso vanno avanti con gli anni, non è raro che il volante si rompa quando si rimuove il volante, poiché gli strumenti utilizzati fino ad ora richiedono una grande forza. Uno strumento che può essere prodotto con la stampa 3D in loco e su richiesta è ora destinato a risolvere questo problema. I tempi di fermo dei veicoli difettosi dovrebbero essere ridotti da 25 giorni a anche poche ore.
 
L’Advanced Manufacturing Operations Cell ( AMOC ) del Marine Corps System Command ( MCSC ), insieme al 1st Supply Battalion e ad altri partner industriali , ha sviluppato un dispositivo di rimozione del volante stampato in 3D , ha riferito la Marina in un comunicato stampa. Se le colonne del volante devono essere rimosse dai veicoli tattici durante la manutenzione del veicolo, i Marines utilizzano lo strumento di rimozione incluso, un martello scorrevole a 10 direzioni. Con questa alta pressione viene esercitata, che spesso porta alla rottura del volante. Il veicolo resterà fermo per almeno 25 giorni fino a quando un pezzo di ricambio non sarà stato ordinato, ricevuto e installato. La produzione additiva ha lo scopo di ridurre notevolmente questo lungo tempo di consegna. Nell’aprile 2021, Xerox e la Naval Postgraduate School hanno annunciato una collaborazione per espandere l’uso della stampa 3D nella Marina degli Stati Uniti .

Come è nato il dispositivo di rimozione del volante stampato in 3D?
L’impiegato Sgt. Kyle Owens, un capo del trasporto motori presso il 1st Marine Logistics Group, era molto infastidito molto tempo fa quando il suo volante si ruppe durante la manutenzione. Ha progettato una soluzione innovativa che gli è valsa un Operational Agility Team Award.

Owens ha dichiarato:

“Ero un giovane caporale che lavorava sui camion ed ero stanco di finire nei guai per aver rotto una ruota. Un giorno mi sono annoiato a pranzo con un mio amico e abbiamo pensato a una soluzione migliore”.
Nel 2012, il primo prototipo è stato realizzato con rottami metallici e rondelle che ha trovato in una flotta di veicoli. Quando l’anno scorso stava lavorando con un responsabile dell’innovazione della sua unità, lei ha prodotto un prototipo stampato in 3D.

 
Prototipo stampato in 3D
Dopo diverse iterazioni con il polimero e un test di forma, adattamento e funzionalità dello strumento polimerico, hanno stampato un prototipo in metallo insieme a partner industriali. La stampante 3D in metallo ha creato 36 strumenti per rimuovere il volante in un giorno in un lotto. I Marines hanno inviato il progetto del prototipo pronto per la stampa all’AMOC per l’approvazione e l’inclusione nell’archivio digitale della produzione additiva di MCSC.

AMOC ha approvato il dispositivo di rimozione del volante come soluzione per il Corpo dei Marines a livello aziendale. I progetti dello strumento possono ora essere trovati nell’archivio digitale, un sito Web sicuro in cui i Marines caricano i loro progetti per l’approvazione e li condividono con i Marines di tutto il mondo. Finora contiene 500 parti.

Be the first to comment on "I Marines e la riparazione dei volanti difettosi"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi