DAI PROTOTIPI ALLE CESOIE ALL’AVANGUARDIA
In INFACO vengono progettati e realizzati gli elettroutensili manuali per l’agricoltura di nuova generazione. Per accelerare lo sviluppo del prodotto, l’azienda francese si affida a moderne tecnologie come la sinterizzazione laser selettiva (SLS).

 
QUASI 40 ANNI DI ESPERIENZA
Nel 1984 le prime forbici elettriche furono inventate da Daniel Delmas, il fondatore di INFACO . Quasi 40 anni dopo, l’azienda con sede a Cahuzac-sur-Vère, nel sud-ovest della Francia, è diventata il leader mondiale del mercato delle forbici elettriche da potatura e di altri utensili manuali a batteria per l’agricoltura. Tra i 120 dipendenti di INFACO c’è Valentin Vergnes. Il tecnico lavora presso l’ufficio R&D e si occupa della prototipazione e del collaudo. «INFACO è un’azienda con l’etichetta ‘ origine France garantie ‘ – questo significa che i nostri prodotti sono progettati, testati e sviluppati nei nostri locali con componenti principalmente francesi», afferma Valentin Vergnes.
 
IMPIEGARE MODERNE TECNOLOGIE
Con l’enfasi sulla produzione interna, è essenziale risparmiare tempo prezioso durante la ricerca e lo sviluppo. A tal fine, INFACO utilizza moderni metodi di produzione. «Grazie in particolare alle tecnologie additive, possiamo creare prototipi complessi molto velocemente, testare i progetti e apportare modifiche prima che i pezzi entrino in produzione», spiega Valentin Vergnes. Mentre le parti finali in plastica sono stampate a iniezione, la stampa 3D è diventata uno strumento di prototipazione rapida indispensabile per l’azienda francese.
  
Nel laboratorio di prova di INFACO, con l’aiuto di stampanti 3D, vengono creati prototipi di involucri di taglio, supporti e coperture. «Abbiamo iniziato con la tecnologia FDM ma ci siamo subito resi conto che avevamo bisogno di pezzi più resistenti con proprietà simili ai pezzi stampati a iniezione», sottolinea Valentin Vergnes. Soprattutto per l’esecuzione di prove sul campo con cesoie elettriche, le proprietà del materiale vicine a quelle realistiche sono fondamentali. INFACO ha quindi deciso di avventurarsi nel regno della sinterizzazione laser selettiva (SLS) e ha investito in un sistema Sintratec S2 all’inizio del 2022.

 


 
SVILUPPO DELLE CESOIE DI NUOVA GENERAZIONE
 
Subito dopo l’installazione, i vantaggi di SLS sono diventati evidenti. «Le proprietà meccaniche del materiale PA12 sono ideali e grazie alla stazione di lucidatura Sintratec possiamo ottenere un’ottima finitura superficiale», afferma Valentin Vergnes. Per lo sviluppo delle ultime forbici elettriche INFACO, le F3020, il suo team ha fatto molto affidamento sulla Sintratec S2. «L’assemblaggio e tutti i pezzi in plastica dell’F3020 sono stati prototipati rapidamente e solo per mezzo dell’S2», sottolinea Vergnes. Una volta che il design è stato accuratamente testato e regolato, questa invenzione di Daniel Delmas di nona generazione è stata recentemente lanciata con successo sul mercato.
 
Dopo circa 8 mesi di attività, Valentin Vergnes è convinto dal sistema SLS svizzero. «La Sintratec S2 è senza dubbio un’ottima macchina per noi, in quanto fornisce parti di grande qualità a una velocità eccezionale e ci consente quindi di sviluppare molto più velocemente a un costo inferiore», riassume. Per il tecnico è certo che INFACO continuerà ad affidarsi a SLS nei progetti futuri.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi