Quanto sono a prova di contraffazione le fiches del casinò nell’era della stampa 3D?
 
Con il progressivo ingresso di stampanti 3D nelle officine domestiche e macchine da stampa 3D sempre più professionali per l’industria e le medie imprese, sorge la domanda su quanto siano a prova di contraffazione le fiches del casinò oggi? In fondo, il gioco d’azzardo con le fiches di plastica è un affare da miliardi di dollari e l’ovvia semplicità di poter contraffare le fiches colorate con la stampa 3D suscita i desideri dei criminali. Daremo un’occhiata alla situazione attuale e mostreremo a cosa dovrebbero prestare attenzione in particolare gli stabilimenti di gioco d’azzardo.
 
Le fiches del casinò valgono un sacco di soldi e in passato i contraffattori hanno commesso danni ancora e ancora. Nel 2005, una banda di falsari di token è stata arrestata a Las Vegas che aveva rubato più di $ 50.000 da vari casinò. E nel 2013, un uomo è stato catturato con 2,7 milioni di dollari di chip contraffatti ad Atlantic City. Per questo motivo, numerose caratteristiche di sicurezza sono ora integrate nei chip di plastica poco appariscenti, che rendono la contraffazione molto più difficile. Ma anche la tecnologia sta facendo progressi. Quanto sono a prova di contraffazione i gettoni nell’era delle stampanti 3D ?

Funzionalità di sicurezza dei token
Quanto è facile contraffare fiches da poker e fiches da casinò con una stampante 3D (immagine dell’icona)?
Ogni casinò ha i suoi gettoni e quindi anche le caratteristiche di sicurezza differiscono. Se vuoi contraffare chip, devi ricominciare da capo. Perché non può rischiare di presentarsi nello stesso casinò più di una volta. Questo da solo è un ostacolo significativo. La combinazione di diversi colori e intarsi realizzati con materiali diversi facilita l’identificazione delle contraffazioni. Molti casinò utilizzano anche caratteristiche a prova di contraffazione come ologrammi o segni UV sulle fiches di valore superiore. Al giorno d’oggi, tuttavia, il proiettile d’argento del casinò nella lotta ai contraffattori si chiama RFID. Un’etichetta all’interno del chip, che include un numero di serie individuale, distingue rapidamente i chip contraffatti dagli originali. Potrebbe essere ancora possibile giocare con gettoni falsi al tavolo da gioco. Ma al più tardi quando si paga alla cassa, la truffa si nota. La contraffazione di tali token è estremamente difficile e richiede un notevole know-how tecnico.

I progressi nella stampa 3D aumentano il rischio
Almeno così è stato fino ad ora. I progressi nella stampa 3D hanno abbassato ancora una volta la soglia che i falsari possono attraversare. Le stampanti 3D economiche costano solo poche centinaia di euro e anche per dispositivi di alta qualità il prezzo è solo nella fascia inferiore a quattro cifre. Stampante multimateriale, che sono necessari per gli inlay, sono ancora significativamente più costosi. Ma un’ambiziosa banda di falsari potrebbe sicuramente permettersi l’acquisto. E incorporare tag RFID con una stampante 3D non è più un ostacolo insormontabile. Di recente, i ricercatori hanno persino presentato il primo tag RFID stampabile senza chip. Anche se richiede ancora il massimo livello di abilità tecniche per falsificare perfettamente una fiche da casinò. Ma è almeno teoricamente possibile. E la tecnologia per questo diventerà ancora più economica e persino migliore nei prossimi anni. I casinò devono prestare attenzione a questo sviluppo e adattare le loro caratteristiche di sicurezza.

I token saranno superflui in futuro?
Ma forse non c’è più alcun motivo di preoccuparsi della sicurezza dei token contraffatti. Potrebbero semplicemente diventare superflui in futuro. Tutti i casinò online stanno già scommettendo senza una licenza tedescapiù soldi della maggior parte dei casinò statali. Limiti di scommessa elevati, un’ampia selezione di giochi e la disponibilità di casinò dal vivo 24 ore su 24 convincono sempre più giocatori a passare a Internet. Può darsi che presto i casinò tradizionali debbano chiudere completamente i battenti. Ma anche se così non fosse, i giorni del token potrebbero presto essere contati. Perché le tecnologie digitali stanno trovando la loro strada anche nei casinò tradizionali. È già comune in molti casinò piazzare scommesse alla roulette su un terminale di computer. Se questo sarà il caso anche di altri giochi da tavolo in futuro, presto le fiches saranno visibili solo nei musei.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi