COMUNICATO STAMPA

 

Protolabs entra nel mondo delle corse. E lo rivoluziona.
In tempi record, Protolabs ha aiutato Mectronik ad ottimizzare un componente
fondamentale per l’elettronica delle moto da corsa
Mectronik è una società di progettazione e consulenza per dispositivi a microcontrollore, principalmente
attiva nel settore automotive e motorsport, tanto da avere un sito e-commerce esclusivamente dedicato ai team corse ed essere dal 2018 riconosciuta da Infineon Technology, primo costruttore al mondo di
semiconduttori per l’industria automotive, Preferred Design House, centro certificato per fare consulenza e progettazione per i sistemi Safety in questo settore.
L’incontro tra Protolabs e Mectronik non è stato casuale: da una parte il fornitore leader di pezzi e
componenti prodotti in volumi medi e ridotti forniti in pochi giorni grazie alla gestione completamente
digitale dell’ordine e le tre tecnologie impiegate, dall’altra una società che è nata per rispondere ad
un’esigenza di mercato, fornire componenti di grande qualità prodotti in pochi esemplari data la nicchia di mercato cui si rivolge.
“Il mondo del motorsport” spiega Claudio Gonella, Presidente di Mectronik srl “tende a ricercare le migliori tecnologie disponibili sul mercato, perché la competizione è elevata e trovare una soluzione all’avanguardia
tecnologica può far vincere o meno una gara. Tuttavia, è un settore di nicchia, dove la resistenza delle
componenti si scontra con la richiesta di produrre sempre pochi pezzi.”
“Vi era la necessità di costruire un supporto antivibrante per la centralina senza
incrementare le dimensioni della ECU, leggero, resistente alle temperature elevate, di qualità, dal design complesso ma prodotto in pochi pezzi.”

A metà ottobre del 2021, Protolabs riceve la richiesta di produrre un primo prototipo di un “holder” – una
sorta di guscio in silicone – che ha la funzione di fissare la centralina elettronica di controllo del motore e di attutirne le vibrazioni prodotte durante le competizioni. Dopo pochi giorni, Mectronik riceve il primo
prototipo prodotto in similsilicone, stampato in 3D grazie alla tecnologia polyjet. Il primo prototipo è
necessario per validare il design e le caratteristiche meccaniche del pezzo. Una volta superate le prove
previste sulla tavola vibrante e gli accelerometri, il design del pezzo è approvato e può così iniziare la
produzione utilizzando lo stampaggio a iniezione.
“I nostri clienti non avevano la capacità interna di sviluppare un supporto che
rispondesse alle esigenze richieste di robustezza e di resistenza alle vibrazioni
eccessive, ma grazie a Protolabs siamo riusciti a passare dal disegno del concept alla produzione finale del supporto in meno di 60 giorni.”

Stefano Mosca è il Senior Account Manager che ha seguito lo sviluppo del design del pezzo da parte di
Protolabs. “Lo scambio continuo di informazioni tra noi e Mectronik, ha permesso di ottimizzare il design del pezzo, potendo in pochi giorni iniziare la produzione dello stampo e dei pezzi. Una gran mano l’ha data anche la disponibilità del materiale necessario a rispondere alle esigenze di performance meccaniche che il cliente voleva, visto che in quel momento non era così immediato ottenerlo nel mercato.”
“Alla fine, al di là della velocità per cui sono conosciuti, Protolabs ci ha accompagnati
dall’ottimizzazione del design fino alla prototipazione e la produzione della piccola serie, anche grazie alla disponibilità dei materiali, la competenza tecnica, e la possibilità di stampare sia in 3D che a iniezione con un unico referente.”
I pezzi vengono così prodotti in silicone liquido, un elastomero morbido in grado di attutire le vibrazioni e
particolarmente resistente alle temperature. Lo stampo è costruito in alluminio grazie alla lavorazione CNC,
così da velocizzare la produzione dei 250 pezzi richiesti dal cliente. Siamo al 7 dicembre quando lo stampo inizia a produrre i primi pezzi che verranno consegnati da lì in pochi giorni. Il progetto ha così rispettato la scadenza prefissata dei due mesi dall’avvio. La stagione delle corse può ora iniziare.

In breve


La sfida
Mectronik voleva produrre in meno di due mesi un supporto per la centralina elettronica del motore che
fosse robusto e in grado di attutire le vibrazioni eccessive.


La soluzione
Il progetto iniziale viene ottimizzato grazie al prototipo prodotto in stampa 3D. Superata la fase di test
meccanici e validazione del design, Protolabs avvia la produzione dello stampo in alluminio che serve a
produrre i 250 pezzi stampati a iniezione in silicone, materiale sempre disponibile per i clienti Protolabs.


Il risultato
In meno di 60 giorni, Mectronik è riuscita a fornire ai team corse del motorsport, la soluzione tecnologica
per installare la propria centralina di controllo del motore e poter iniziare la stagione agonistica 2022.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi