La società di stampa 3D COBOD ha già venduto numerose stampanti 3D per edifici negli Stati Uniti. Questi sono già utilizzati in molti progetti di costruzione di case senza scopo di lucro. Ora le prossime tre case in Virginia e Florida sono state completate con la stampante 3D.
 
Habitat for Humanity è un’organizzazione no profit con sede negli Stati Uniti che mira ad alleviare la povertà attraverso alloggi sociali a prezzi accessibili. L’organizzazione è coinvolta, tra le altre cose, nella casa stampata in 3D di Alquist3D, in cui è stata costruita una casa di 112 m² con 3 camere da letto e 2 bagni a Williamsburg, in Virginia. In un comunicato stampa al 3D-grenzenlos Magazin, COBOD ora riferisce di altri tre progetti di costruzione di case di stampa 3D negli Stati Uniti che sono stati implementati con la stampante 3D di COBOD.

Progetti edili senza scopo di lucro negli Stati Uniti
A giugno abbiamo riferito della casa stampata in 3D in Arizona , dove è stata lavorata una casa unifamiliare con il gruppo PERI e una stampante 3D di COBOD. Con ICON e Community First! È stato creato un intero insediamento stampato in 3D che ospita già i primi senzatetto .

Zachary Mannheimer, CEO di Alquist3D, spiega i progetti di beneficenza in Virginia:

“Siamo entusiasti di lavorare con Habitat for Humanity su questo progetto. Entrambe le organizzazioni si sono prefissate l’obiettivo di costruire alloggi a prezzi accessibili. Ci auguriamo che sia uno dei tanti progetti che porteremo avanti insieme in futuro. L’uso della stampa 3D ci consente di velocizzare la costruzione di una casa e allo stesso tempo ridurre i costi di costruzione “.
 
La stampa 3D ha aiutato Printed Farms a prestare attenzione a una maggiore efficienza durante la stampa 3D delle pareti, ad esempio posizionando meglio l’impianto elettrico e i telai per finestre e porte (foto © COBOD).
Alquist3D sta già stampando la seconda casa con la stampante COBOD 3D che l’azienda ha ricevuto poco prima dell’estate. Insieme a Virginia Tech, ha stampato in 3D la prima casa alla periferia di Richmond. La casa di 145 m2 contiene anche 3 camere da letto e 2 bagni.

Zach Mannheimer ha detto:

“La maggior parte dei progetti di stampa 3D si concentra su aree residenziali urbane, ma troviamo molte sfide abitative nell’America rurale. Con Virginia Housing e Virginia Tech, stiamo costruendo case per le persone che vivono dove la maggior parte dei fondi va ai programmi abitativi”.
 
Il primo cliente di COBOD negli Stati Uniti, Printed Farms Florida, ha recentemente stampato in 3D il suo secondo edificio. È il primo in Florida e ha una superficie abitabile di 135 mq, con 3 camere da letto e 2 bagni. La stampa 3D ha aiutato Printed Farms a essere più efficiente durante la stampa 3D delle pareti, ad esempio, posizionando meglio l’impianto elettrico e i telai per finestre e porte.

 
Henrik Lund-Nielsen, fondatore e direttore generale di COBOD International:

“Siamo molto lieti che noi e la nostra crescente base di clienti negli Stati Uniti abbiamo compiuto progressi significativi nonostante il COVID19. Le nostre stampanti 3D hanno ora stampato edifici in 3 diversi stati degli Stati Uniti, più di ogni altro. Dato che da allora abbiamo venduto più stampanti 3D a nuovi clienti nordamericani, prevediamo di continuare a stabilire nuovi record negli Stati Uniti in modo che le nostre stampanti e la nostra tecnologia siano diffuse nel mercato nordamericano quanto lo siamo in Europa”.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi