UNIONTECH RACCOGLIE $ 31 MILIONI NEL TENTATIVO DI PORTARE IL SUCCESSO DELLA STAMPA 3D SLA A NUOVI LIVELLI
 
Stereolitografia industriale produttore della stampante (SLA) 3D Uniontech è riuscita ad assicurarsi $ 31 milioni nel finanziamento di serie D, in base alle fonti Pandaily .  

Guidato da Dening Capital, si dice che l’investimento sia stato anche sostenuto da Cash Capital , Yingke Private Equity, Dragonrise Capital ed Evonik Venture Capital , tra gli altri. Anche se deve ancora commentare pubblicamente l’aumento, è probabile che UnionTech utilizzerà i suoi finanziamenti come mezzo per aumentare la sua espansione, con l’azienda che ha dichiarato di vantare un tasso di crescita medio annuo di oltre il 50% negli ultimi dieci anni.

 

Da quando è entrata per la prima volta nel mercato delle stampanti 3D nel 2000 come “Shanghai Union Technology Corporation”, UnionTech si è rinominata ed è riuscita a sviluppare in modo significativo le sue operazioni. Dopo essersi espansa in Europa e negli Stati Uniti nel 2016, l’azienda ha lanciato le sue stampanti 3D Pilot Commercial Series al TCT 2017. 

Composta da Pilot 250 e Pilot 450 , questa gamma di macchine SLA racchiudeva funzionalità che si basavano su quelle dei modelli RSPro esistenti e offriva agli utenti la possibilità di creare parti in quantità elevate con eccellenti finiture superficiali. Questi sistemi hanno anche mantenuto la stessa piattaforma facile da assemblare dei suoi predecessori, così come la loro configurazione del materiale aperto, lasciandoli aperti all’innovazione di terze parti. 

Un modo in cui UnionTech ha cercato di incoraggiare questa cultura della sperimentazione, è attraverso la sua collaborazione con quella che era la divisione di stampa 3D di DSM, ed è stata ora acquistata da Covestro . Come parte di questa partnership, l’azienda è diventata un rivenditore di diversi materiali Somos, ProtoGen e ProtoTherm, con l’impatto, la resistenza al calore e la precisione necessarie per aprire nuove applicazioni agli utilizzatori di UnionTech. 

Più di recente, le tecnologie dell’azienda tendono ad essere state applicate in ambito automobilistico, con C-TECH che utilizza la stampa 3D per migliorare l’efficienza della personalizzazione delle auto e il team DIAN Racing della Tongji University che si rivolge a SLA nel tentativo di costruire la sua auto da corsa elettrica DRe21 e partecipa alla Formula Student Electric China. 

Dato che UnionTech non è quotata in borsa e non ha parlato ufficialmente del suo ultimo round di finanziamento, è difficile individuare esattamente dove intende reinvestire il suo capitale appena raccolto. Tuttavia, pandaily ha raccolto dati dalla società di analisi di mercato CONTEXT , che forniscono uno sguardo sul motivo per cui ha attratto così tanti investimenti. 

Secondo Pandaily, questo rapporto non divulgato mostra che il reddito di UnionTech è cresciuto in media di oltre il 50% negli ultimi dieci anni e questa cifra sale a oltre l’80% quando si tratta della crescita delle sue attrezzature acquisite. 

Allo stesso modo, questi numeri indicano che le spedizioni dell’azienda sono state le più alte dell’intera categoria di livello industriale di CONTEXT durante il primo e il secondo trimestre del 2021, mentre mostrano anche che l’industria della stampa 3D cinese ha avuto un tasso di crescita composto annuo del 49% negli ultimi cinque anni. rendendo coloro che vi operano altamente attraenti per i potenziali investitori. 

Detto questo, non tutti gli investitori dietro il round di finanziamento della serie D di UnionTech erano nuovi sostenitori ed Evonik Venture Capital ha investito nella società almeno da dicembre 2020. All’epoca, la società VC ha acquisito una quota di minoranza in UnionTech, affermando che stava progettando di lanciare una gamma di materiali SLA, quindi il suo investimento le avrebbe permesso di ottenere una migliore comprensione della loro efficacia nell’uso finale. 

“Ci aspettiamo grandi progressi tecnici nel campo della stereolitografia”, ha dichiarato lo scorso anno Bernhard Mohr, capo dell’unità Venture Capital di Evonik. “Evonik sta preparando il lancio di materiali pronti all’uso per questo processo. Il nostro investimento è quindi non solo finalizzato a un proficuo ritorno economico, ma soprattutto a nuove intuizioni nell’utilizzo di questo processo”.

 

 

 

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi